Le analisi per scoprire quanto siamo inquinati

0
1102

Gli inquinanti chimici sono sostanze che vengono immesse nell’ambiente per effetto delle più varie attività umane, principalmente quelle industriali e agricole, e che costituiscono un pericolo per la salute dell’uomo.
I più importanti tra questi inquinanti sono rappresentati dai metalli pesanti (piombo, nichel e cadmio), dagli idrocarburi aromatici (benzene, benzopirene …) e da altri composti organici (alogenati, diossine).
I metalli pesanti vengono liberati durante la lavorazione dei minerali o dall’utilizzo del carbone nelle centrali termoelettriche; gli idrocarburi aromatici si formano dalla combustione della benzina e in diversi processi industriali, oltre che durante alcune abitudini di vita errate (fumo di sigaretta).
Gli inquinanti chimici aumentano il rischio di sviluppare numerose patologie, spesso ad andamento cronico e talvolta anche maligne (cancro). Per esempio un’intossicazione da piombo è associata a patologie del sangue (anemie), patologie del rene e a patologie del sistema nervoso. Una esposizione cronica al nichel è correlata ad un’aumentata incidenza di malattie cutanee (dermatiti). I composti aromatici (IPA) sono associati ad un aumentato rischio di patologie tumorali (polmone, pelle …).
Risulta perciò importante ai fini sanitari identificare e monitorizzare soggetti esposti a questo tipo di sostanze inquinanti soprattutto in determinate categorie (ad esempio lavoratori, popolazione residente nei pressi di fabbriche…).
Questi composti possono essere ricercati nel sangue, nelle urine ed in altri campioni biologici del paziente (ad esempio capello, cute…)
Nel nostro laboratorio si può misurare la concentrazione del piombo nel sangue (piombemia) e nelle urine (piomburia); il nichel urinario; il cadmio e il benzene ematico. Il piombo e il cadmio urinari possono essere misurati all’inizio e alla fine del turno lavorativo.
Quindi basta un solo prelievo di sangue o la raccolta di un campione di urina per verificare se un soggetto sia stato esposto o meno a questi inquinanti. Il rilevamento di queste sostanze nell’organismo umano in una fase precoce consente di attuare misure sanitarie adeguate atte a ridurre l’insorgenza delle patologie associate.

Dott.ssa Nicoletta Gastaldo
Biologa nutrizionista
specializzata in Scienza dell’alimentazione
riceve su appuntamento presso
il Laboratorio Santa Maria di Novi Ligure

Print Friendly, PDF & Email