Agopuntura contro lo stress

0
510

Lo stress è una sindrome di adattamento a delle sollecitazioni (stressor). Può essere fisiologica, (eustress) ma può avere anche dei risvolti patologici, anche cronici, che ricadono nel campo della psicosomatica (distress).
Da questa definizione si comprende come il termine “stress” non sia in realtà una cosa negativa ma, al contrario, positiva e di importanza vitale. Il nostro corpo risponde alle sollecitazioni ambientali con una risposta che tenta di adattare il nostro essere alle variazioni. Ad esempio l’abbassamento della temperatura (il freddo come fattore stressante) produce un aumento della temperatura interna del corpo per riportarlo all’equilibrio. Anche di fronte ad un pericolo imminente, una minaccia, il cuore accelera i battiti, i muscoli si contraggono, il cervello si attiva, per prepararci all’attacco o alla fuga.
La vita di oggi é diventata sempre più complessa, difficile e stressante. Stati di tensione troppo elevati non sono tollerabili a lungo e innescano una serie di risposte ed adattamenti intesi a ripristinare l’equilibrio dell’organismo.
È evidente come la gestione dello stress sia sempre più un problema primario e anche il ritorno alle normali attività per esempio dopo una vacanza può rappresentare un evidenziatore di questo malessere.
Lo stress e la tensione nervosa possono portare a tensione muscolare che a sua volta può innescare la comparsa di sintomi come: rigidità cervicale con veri e propri attacchi di cefalea (detta muscolo-tensiva), dolore a livello lombo-sacrale, disturbi del tratto gastro-enterico (colon irritabile irregolarità dell’alvo con fenomeni di stitichezza e/o diarrea) o disturbi a livello ginecologico come sindrome premestruale o irregolarità mestruali per finire con veri e propri sintomi da stress come ansia, insonnia e palpitazioni.
L’Agopuntura può essere un prezioso aiuto per combattere lo stress. Ovviamente non può eliminare i fattori “stressanti”, ma aiuterà l’organismo a ritrovare quell’equilibrio perduto. Certamente si dovrà cercare di limitare i fattori stressogeni agendo sullo stile di vita, sull’alimentazione, sul giusto rapporto lavoro/riposo. Dopo una seduta di agopuntura ci si sentirà più rilassati, più forti, con una piacevole sensazione di calma e vitalità. In media sono sufficienti, 4-6 sedute con cadenza settimanale per ritrovare l’equilibrio, vedere migliorare il proprio stato psicofisico ed avviarsi verso una nuova stagione di benessere e vigore La legge italiana prevede che l’Agopuntura sia praticata solo ed esclusivamente da medici chirurghi. Questi professionisti devono essere in possesso di una abilitazione speciale per praticare l’Agopuntura. Tali normative sono volte alla tutela dei pazienti che mai devono affidarsi a persone non qualificate o improvvisate. Non prendete mai sottogamba i rischi rappresentati da una seduta di Agopuntura svolta da personale non qualificato. L’agopuntore fa una diagnosi secondo la medicina tradizionale cinese, una diagnosi energetica: non ci si basa solo sul sintomo ma sulla persona che quel sintomo manifesta. Lo studio viene fatto attraverso una raccolta di dati molto accurata che comprende non solo i sintomi e le eventuali patologie ma lo stile di vita della persona, la sua alimentazione, le sue abitudini ecc. Una volta fatta la diagnosi si scelgono i punti di agopuntura utili per quella persona in modo da riequilibrare il suo stato energetico.
Normalmente sono necessarie 5 o 6 sedute una volta a settimana, della durata di 20’-30 minuti, per capire se la terapia è in grado di dare risultati apprezzabili.

Dott.ssa Giuseppina Di Stefano
Medico Chirurgo Specialista in
Medicina Fisica e Riabilitazione
Indirizzo Riabilitazione Neurologica
Medico Agopuntore
Master Universitario di II Livello
in Psico-Neuro Endocrino-Immunologia

Print Friendly, PDF & Email