Le “idee d’impresa” degli studenti alessandrini, all’insegna della tecnologia

0
2014

Itchy feetConfindustria ha nuovamente stuzzicato l’ingegno di centinaia di studenti di 6 istituti superiori dell’Alessandrino con il concorso “La tua idea d’impresa”, competizione di respiro nazionale col patrocinio del Ministero dell’Istruzione. Sono state 13 le proposte avanzate dai ragazzi della provincia, ben 4 di esse hanno avuto l’onore di salire su un ideale podio, oltre a diverse borse di studio.

Ale MapsSul gradino più basso s’è sistemata la classe IV A del Cellini di Valenza, che ha ricevuto 300€ per portare avanti il progetto “Itchy feet”, un applicazione in grado di programmare viaggi, eventi e incontri di altro genere in base ai gusti dei suoi utenti. Condividono invece la piazza d’onore (e un borsa di 600€) tre rappresentative del Volta di Alessandria, rispettivamente la III B con “Ale Maps”, la V AE e la IV AE AM con “T-Smisto”. T-SmistoAle Maps combina un sito web e un app per indicare ai suoi utilizzatori il negozio più vicino di prodotti alimentari a km 0. T-Smisto è, invece, un apparecchio la cui funzione principale è separare in automatico i tappi di plastica in base al colore, semplificando così il riutilizzo di tale materiale.

Find meA sbaragliare quest’agguerrita concorrenza é stata la IV AE del Sobrero di Casale, autrice del progetto “Find me”. Il prototipo di braccialetto che, collegato a una specifica app per smartphone, permette ai genitori di localizzare il proprio bambino in ogni momento, con la possibilità di ricevere un’allerta in caso di rimozione forzata dal suo polso, ha conquistato tutti, guadagnandosi 800€ in premio e il ticket per la gara nazionale, avvenuta a fine maggio.

Stefano Summa
@Stefano_Summa

Print Friendly