Viaggio alle Sorgenti

0
529

Acqui Terme: una meta d’eccellenza dietro casa

Filosofia, suoni e percorsi tibetani per vivere le terme in maniera olistica

 A pochi chilometri dal centro storico di Acqui Terme si trova il “Lago delle Sorgenti” struttura termale d’avanguardia. Tra la storia, le fonti sulfuree ed una magica atmosfera musicale vi vogliamo raccontare un dei più interessanti percorsi “solistici” presenti in Italia, unico in provincia di Alessandria. La conoscenza dei percorsi romani, una delle migliori acque termali italiane e la musica terapeutica contraddistinguono infatti la filosofia di questo luogo immerso nel verde di zona Bagni. Ad attendermi all’entrata, ampia e spaziosa, lo SPA manager Thomaz che subito mi racconta gli elementi utili per questo “viaggio termale”. “Vogliamo trattare il corpo con acqua, musica e cultura attraverso gli elementi naturali come lo scorrere dell’acqua, la goccia nel lago oppure provocati dalle campane Tibetane, dal gong oppure da semplice musica classica e jazz”.
viaggio termaleLa struttura termale acquese vuole racchiudere in sintonia la filosofia SPA (Salus per Aquam), l’architettura del luogo e il benessere della persona. Il percorso di trattamenti, gli effetti speciali, i mosaici, il benessere fisico e mentale della persona sono le componenti fondamentali del Lago delle Sorgenti che offre un percorso di circa 2 ore e 30 minuti composto da una decina di tappe. Si inizia con l’acqua meditativa della Piscina Romana a 35 gradi per un tempo tra i 15 e 20 minuti per liberare il corpo dal peso e la mente dai pensieri. Poco dopo largo al Water Qi-Gong, un momento in gruppo per la ginnastica meditativa. Al termine, la consueta pausa sui lettini nella sala relax delle Cascate del Lago. Arriva così il momento dell’acqua in Movimento per sostare un paio di minuti accanto ai getti idromassaggio presenti nell’altra piscina della struttura. A questo punto la pausa avviene all’esterno proprio dinnanzi al Lago delle Sorgenti per inalare il vapore per circa tre minuti e poi momento di riposo nella sala Gong Lunge per altri quindici minuti.
Il percorso prosegue nella parte “verde” della struttura, nel cosiddetto giardino-solarium con la possibilità di immergersi in una delle due vasche idromassaggio di acqua termale sempre a 35 gradi. La tappa successiva prevede un momento di tranquillità nella zona esterna per poi affrontare la sauna finlandese dai 5 ai 15 minuti con un caldo “secco” a 90°. Subito dopo, doccia con acqua fredda e inalazione vicino a Vulcano delle sorgenti. E finalmente arriva il momento del Bagno di vapore a 40 ° con umidità che varia dal 70 al 90%, dotato anche di cromoterapia. Qui incontriamo Valerio pronto ad eseguire le “Armonie ambientali”, suoni eseguiti con le campane Tibetane all’interno della caverna ricavata appositamente in una roccia. Tappa da non perdere, la nuova piscina giapponese a “pozzo” dove,  grazie ad il fango naturale presente sul fondo ed gli speciali cappelli “sando-gasa” è possibile fare un ottimo bagno meditativo. Ecco il finale con Placet Gong, importante momento di vibrazione musicale per portare il cliente ad uno stato totale di benessere. Prezzo del biglietto: 39 euro in settimana e 45 nei fine settimana.
Giancarlo Perazzi
Print Friendly, PDF & Email