Vacanze low cost

0
492

Irlanda, Francia, Slovacchia e Tailandia le nostre mete scontate

La rivoluzione di un sito che scova gli errori di tariffazione

Un popolo storicamente di navigatori come il nostro mantiene viva la fiamma dell’esplorazione nonostante il periodo di recessione economica: se durante l’anno avete gestito i soldi in maniera oculata ora starete fremendo per organizzare un viaggio.
È ormai abitudine comune puntare sui cosiddetti viaggi “low cost” ovvero a buon mercato, ma non per questo scadenti o insidiosi di brutte sorprese.
Spesso i tour operator hanno necessità di raggiungere un certo numero di partecipanti per riempire un volo o completare un determinato pacchetto all inclusive: in questo caso potrete beneficiare di sconti pari anche al 50% sul prezzo iniziale.
Dublin-Castle-DublinPertanto una scansione accurata delle proposte di viaggio presso siti ed agenzie vi permetterà di coronare il viaggio sognato da tempo senza la necessità di vendere un rene: il 2013 ad esempio è il Gathering Ireland, ovvero un anno ricco di eventi organizzati con lo scopo di richiamare in patria tutti gli irlandesi immigrati per il mondo: a tal proposito l’Aerlingus sconta del 20% ben tre milioni di voli verso Dublino, offerta valida da settembre 2013 a marzo 2014.
Per quanto riguarda l’Europa i costi orbitano sempre sugli standard: nella forbice alta stagione-bassa stagione i prezzi differiscono di qualche centinaia di euro, pertanto se non è low cost è comunque small cost.
La vera rivoluzione sta nell’attraversare il mondo a prezzi stracciati, oggi è possibile grazie ad un sito, piratinvolo.com, che scova gli errori di tariffazione delle compagnie aeree e rende possibili offerte da sogno tipo: Indonesia andata e ritorno a 446 euro e Thailandia a/r a 390, per non parlare dei soggiorni completi: settimana 5 stelle a Dubai 467 euro.
L’Unione Europea ha annunciato che nel 2013 saranno Marsiglia e Kosice (Slovacchia) le capitali europee della cultura: eventi ed esposizioni artistiche per invogliare a visitare le due città vestite a festa; questa sì che è un’occasione.

 

Nicholas Capra

Print Friendly, PDF & Email