Primavera tempo di passeggiate

0
666

Il fascino della natura unita alla voglia di esplorare nuovi territori può tradursi nel viaggio a confine tra Piemonte e Liguria, lungo la via del Sale. L’antico percorso di mercanti e pellegrini che dall’oltrepò pavese raggiungevano il mare, ha come principale meta le Capanne di Cosola, così denominate dal commercio di una preziosa materia che si snodava lungo questo tracciato. Una camminata per gli habituè della montagna che prevede 800 metri di dislivello e un tempo medio di percorrenza di 8 ore. Per escursioni meno impegnative esistono diverse possibilità di frazionare il percorso ma non mancano anche tappe di più giorni. Per un fine settimana di puro cammino il CAI di Alessandra organizza, sabato 16 aprile, l’escursione dalle Capanne di Cosola a Sori, con tappa intermedia a Torriglia. Partenza in pullman da Alessandria alle ore 6.30 con trasferimento alle Capanne di Cosola. Una traversata impegnativa ma ricca di elementi caratteristici con sosta notturna in una struttura alberghiera locale: dai primi scorci dell’Appennino sino a raggiungere i 1597 metri del monte Antola. Nella seconda tappa, avvicinandosi lentamente verso il mare, non mancherà la vista sul golfo di Camogli e Recco. Costo: circa 75 euro.

L’escursione per eccellenza è il “giro delle cinque torri”, prevista domenica 8 maggio nell’alto Monferrato. Il sentiero attraversa i crinali della Langa Astigiana, nei comuni di Monastero Bormida, Bubbio, San Giorgio Scarampi, Olmo Gentile e Roccaverano nella Comunità Montana della Langa Astigiana e Valle Bormida. Alla sua 14° edizione, organizzata dalla sezione di Acqui Terme, l’itinerario sarà suddiviso in due percorsi, lungo e corto: il primo è di 30 chilometri con partenza dalla piazza del Castello di Monastero Bormida alle ore 8, il secondo, di circa 18 chilometri, con partenza dalla piazza di San Giorgio Scarampi alle ore 9,30.

I dislivelli complessivi sono di circa 1.100 metri e il punto più alto è la torre di Roccaverano con vista su buona parte dell’arco appenninico e alpino, dal Monte Beigua alle Alpi Liguri, Alpi Marittime, Monviso, Alpi Cozie e Graie, Monte Bianco, Cervino, Gruppo del Rosa, Alpi Pennine. Costo dell’iscrizione: variabile da 12 a 17 euro. “Il sentiero sarà percorso anche dalla scuola “cordata” dice il responsabile di Acqui, Valentino Subrero, che ricorda la presenza in città di una scuola di alpinismo, fiore all’occhiello delle attività CAI. “L’edizione delle cinque torri, che vedrà la partecipazione di mille trecento iscritti, è stata inserita nella lista dei cammini d’italia del 2016 dal ministero dei Beni Culturali e del Turismo”.

Giancarlo Perazzi

Print Friendly, PDF & Email