Serie C: Alessandria a Piacenza,
sfida alla Pro domani alle 20.30

0
1039

Si riparte. Dopo il pari di Pontedera e il turno di riposo, da domani l’Alessandria giocherà 18 gare consecutive fino a sabato 23 dicembre, occupando pure due mercoledì (4 ottobre e 8 novembre) per i previsti turni infrasettimanali. Si riprende dalla Pro Piacenza con un obiettivo ben chiaro: il ritorno in serie B. Non c’è più l’unanimità nazionale dei pronostici favorevoli ai Grigi come l’anno scorso, però, a ben guardare, la rosa a disposizione di Cristian Stellini sembra offrire più garanzie in difesa, più solidità e più qualità a centrocampo, grande potenziale in attacco, anche se con qualche gol in meno ‘sulla carta’.

PRO PIACENZA – Solita squadra giovane e combattiva che ha la salvezza nel mirino.
I valori teorici sono distanti: l’Alessandria vale quasi 7 milioni di euro, la squadra rossonera meno di 2 e mezzo, e l’età media vede i piacentini più giovani: 24,8 contro 26,7.
L’allenatore è il confermato Fulvio Pea (50), che l’anno scorso ottenne l’11° posto a 51 punti (come il Renate, che fece i playoff grazie alla differenza reti), a +12 sulla zona playout. Attualmente, dopo due giornate, la Pro Piacenza è sesta con 3 punti, frutto di una vittoria (3-1 sulla Giana) e una sconfitta (1-0 a Carrara).
I moduli adottati finora sono stati due: 4-2-3-1 in casa, 4-3-3 fuori.

PRECEDENTI, ALESSANDRIA IMBATTUTA – Sono solo quattro, tutti nelle ultime due stagioni. Lo ‘score’ di Museo Grigio dice 3 vittorie piemontesi e 1 pareggio, con 9 gol fatti e 2 subìti. Nei due precedenti al ‘Garilli’ doppio successo mandrogno (4-0 e 1-0).

ALESSANDRIA – Parte dalla 13^ posizione: tanto vale il punto preso a Pontedera.
I rivoluzionari metodi di allenamento di Stellini dovrebbero portare benefici a lungo termine: i giocatori lavorano tantissimo fisicamente, tanto che a qualcuno di loro sembra di essere ancora in ritiro. Ma questa fatica preventiva aiuterà molto in partita, dove il pressing e le accelerazioni, sposati all’atteggiamento corretto, dovrebbero essere il ‘di più’ dei Grigi.
E’ difficile intuire la formazione che il tecnico milanese sceglierà; rispetto alla prima giornata rientrano dalla squalifica BrancaGozzi e Sciacca, c’è in più Bellomo, che però non è pronto, mentre Rossetti ha qualche acciacco e sarà assente, come Vannucchi. In ogni caso è probabile la scelta del modulo 3-5-2, con questi undici di partenza: Agazzi; Casasola, Giosa, Piccolo; Sestu, Cazzola, Gazzi, Nicco, Pastore; Bunino, Gonzalez.

NUMERI DI MAGLIA – Nessuno ha voluto la n. 17 che era di Marras. Queste i numeri ufficiali 2017/18: 1 Vannucchi, 2 Celjak, 3 Pastore, 4 Cazzola, 5 Ranieri, 6 Sciacca, 7 Sestu, 8 Nicco, 9 Marconi, 10 Bellomo, 11 Fischnaller, 12 Pop, 13 Piccolo, 14 Giosa, 15 Gjura, 16 Fissore, 18 Gonzalez, 20 Russini, 21 Gozzi, 22 Agazzi, 23 Branca, 24 Gazzi, 27 Bunino, 29 Gjoni, 30 Rossetti, 32 Casasola, 33 Verdese.

ARBITRO – A dirigere Pro Piacenza-Alessandria di domenica 10 settembre 2017 (ore 20.30, stadio ‘L. Garilli’) è stato chiamato Andrea Tursi (Valdarno), assistito da Andrea Zingrillo (Seregno) e Robert Avalos (Legnano).

ANTICIPO TV – La prossima settimana l’Alessandria farà il suo esordio su Sportitalia, alle 20,45 di venerdì 15 settembre, contro i Livorno, nella prima gara casalinga del campionato che si giocherà al ‘Piola’ di Vercelli.

Print Friendly, PDF & Email