Sconfitta in 4 set per l’Arredo Frigo Makhymo sul campo della Don Colleoni

0
484

DON COLLEONI TRESCORE BALNEARIO (BG) – ARREDO FRIGO MAKHYMO ACQUI TERME (AL) 3-1 (25/13, 25/19, 23/25, 27/25)

DON COLLEONI TRESCORE BALNEARIO: Gabbiadini 12, Colombi 12, Varaldo 14, Pinto 19, Gallizioli 16, Rota (L), Breda 2. N.e.: Capelli, Ravasio, Fontana, Salvi. All. Ebana

ARREDO FRIGO MAKHYMO: Mirabelli A 19, Rivetti 4, Martini 14, Cicogna, Mirabelli F 13, Cattozzo 1, Ferrara (L), Pricop 5, Oddone. N.e.: Sassi, Sergiampietri. All. Marenco

Sconfitta in quattro set per le ragazze per l’Arredo Frigo Makhymo in trasferta a Trescore Balneario contro la capolista  Don Colleoni. La partita sembra cominciare bene per le ragazze di Marenco che si portano subito avanti di due lunghezze, poi pareggio del e continuo botta e risposta sino ai sette pari, dopo i quali le locali riescono a portarsi avanti sino ai 16. l’Arredo Frigo Makhymo si chiude in sé stesso senza reagire, e rimane bloccata per tutta la durata del parziale che si chiude con un netto 25/13 per le bergamasche. La situazione non migliora nemmeno nel secondo parziale con la formazione acquese che continua ad essere timorosa, andando a segno quasi solo tramite errore avversario sino al 18/11 quando Martini e compagne riescono finalmente a sbloccarsi rimettendosi sulla carreggiata con grinta ed accorciando le distanze. Una parvenza di miglioramento che, però, non è sufficiente poiché le locali riescono a chiudere 25/19. Nella terza frazione dopo una fase iniziale di botta e risposta con vantaggio acquese, il punteggio va nelle mani del Don Colleoni che, col passare dei minuti, consolida il suo vantaggio. Le termali però migliorano nettamente nella seconda parte del parziale, passando da uno svantaggio 17-11 ad un pareggio ai 21 e ad un successivo vantaggio. Nonostante il doppio pareggio delle bergamasche, di cui uno su errore arbitrale che non ha assegnato un fuori, Annalisa Mirabelli, top scorer dell’incontro, e capitan Martini chiudono il terzo set. Le acquesi, galvanizzate, continuano la loro fase positiva anche nel quarto set portandosi avanti e guidando il punteggio sino ai 18 quando, dopo aver inseguito con aggressività, approfittando di ogni minimo errore, le locali pareggiano e vanno poi in vantaggio sino al 23-21, le ragazze di Marenco riescono a pareggiare, doppio botta e risposta con vantaggio acquese sul 25/24, poi invasione a favore e chiusura del Don Colleoni. “Ancora una volta sul 25 pari è stato fatto un errore arbitrale clamoroso – commenta il tecnico acquese Marenco, facendo riferimento all’invasione in favore del Don Colleoni sul 25 pari del terzo set – Evidentemente gli arbitri non conoscono il regolamento, perché è una situazione molto simile all’altra volta. Ciò nonostante sono molto arrabbiato con le ragazze perché non si possono fare due set come i primi due e due set come gli altri due. Perdere il quarto ci può stare. Non esiste come abbiamo approcciato alla partita”

Print Friendly, PDF & Email