Pallavolo Acqui Terme: amare sconfitte in trasferta in Serie B e D

0
359

TECNOTEAM ALBESE VOLLEY – ARREDO FRIGO MAKHYMO 3-1 (25/22, 24/26, 25/18, 25/22)

ARREDO FRIGO MAKHYMO: Pricop 3, Rivetti 7, Martini 18 (K), Cicogna 14, F.Mirabelli 7, Cattozzo 1, Ferrara (L), A.Mirabelli 11, Sergiampietri, Oddone. N.e.: Sassi. All.Marenco

TECNOTEAM ALBESE VOLLEY: Aliberti 6, Galazzo 12, Migliorin 18, Piazza 5, Faccio 11, Citterio (K), Torrese (L), Teli 12, Santamaria 12, Lafranchi 1. N.e.: Bonelli, Amicone (L). All. Mucciolo.

Sconfitta anche nella prima trasferta casalinga per l’Arredo Frigo Makhymo che continua a commettere troppi errori. Nel primo set, dopo una brutta partenza, una serie positiva in battuta di capitan Martini riporta il risultato in parità ai 15. Le padrone di casa tornano in vantaggio. Nonostante le acquesi riescono a tenersi a distanza ravvicinata, accorciando sul finale un 24/19, le locali chiudono. Il secondo parziale è quello giocato meglio dalle termali le quali, dopo una partenza leggermente in salita, riescono a tenersi a distanza ravvicinata riuscendo a pareggiare agli 11. Doppio punto comasco e doppia risposta acquese. Punto a punto e poi allungo di cinque punti della Tecnoteam Albese. Reazione dell”Arredo Frigo Makhymo che pareggia ai 21, riuscendo poi a vincere il set 26/24 dopo un finale combattutissimo, senza essere mai state sopra fino ai 23. Più faticoso il terzo set, invece, per le ragazze di Marenco che, dopo qualche errore in avvio, si ritrovano con sei punti di svantaggio. Nonostante i diversi tentativi di accorcio, le comasche riescono a controllare e a conquistare il parziale. Nel quarto set la distanza tra le due squadre è nuovamente ravvicinata, con il risultato in favore della termali in avvio e poi quasi sempre in favore della locali. Finale agguerrito con le ragazze di Marenco che cedono sul finale ad un’avversaria sicuramente non facile, ma con la quali si sarebbe potuto e dovuto fare molto di più, sia dal punto di vista tecnico e sia dal punto di vista dell’approccio e dell’atteggiamento. “Avrei voluto fare di più. – ha commentato coach Marenco – Senza nulla togliere alla Tecnoteam Albese che è una buona squadra con giocatrici importanti che sanno giocare in momenti decisivi. È stato proprio nei momenti decisivi che si è vista la differenza, ad eccezione forse del secondo set. Siamo sempre arrivate lì, regalando poi alle avversarie con delle ingenuità. Al di là di questo, non sono contento di come sta giocando la mia squadra, né della prima partita con Offanengo, né di come abbiamo giocato stasera, sia sul piano tecnico e sia sul piano fisico. Tuttavia, non scarico tutta la responsabilità sulle ragazze. Siamo una squadra, spetta a me trovare una soluzione. Rispetto alla partita con Offanengo non ho visto alcun miglioramento. Siamo state più in partita, qualche cosa a tratti l’abbiamo fatta, ma siamo ben lontane da come vorrei giocasse la mia squadra.”

USD SAN ROCCO NOVARA – ARALDICA VINI ROMBI ESCAVAZIONI ACQUI 3-1 (19/25, 26/24, 25/10, 28/26)

ARALDICA VINI ROMBI ESCAVAZIONI ACQUI: Zenullari, Pastorino, Garzero (K), Passo, Lombardi, Malò (L), Boido, Bobocea, Narzisi, Raimondo (L), Sacco. Non entrata: Moretti. All. Volpara

Dopo il buonissimo esordio di sabato scorso contro il Tuttoporte Lasalliano sconfitta in quattro set sabato 20 ottobre per le ragazze della serie D acquese di coach Volpara nella prima trasferta stagionale contro il San Rocco Novara in una partita giocata ad alti livelli per quasi tutta la sua durata in cui le ragazze non hanno quasi mai gettato la spugna ad eccezione del terzo set. Dopo essere partite bene, vincendo con sei lunghezze di scarto il primo parziale le giovani termali hanno ceduto ai vantaggi nel secondo set risultando meno ordinate e commettendo qualche imprecisione. Malissimo invece il terzo set in cui un calo di atteggiamento ha regalato il risultato alle novaresi. Nuovamente combattuto ed agguerrito il quarto set in cui, nonostante gli sforzi e la lotta sino all’ultimo, per la squadra acquese si sono nuovamente rivelati fatali i vantaggi che hanno decretato la vittoria piena delle padrone di casa. Nessun rimpianto per il tecnico acquese Volpara che ha così commentato la prestazione delle sue giocatrici: “Nel primo set abbiamo giocato una buona pallavolo. Nel secondo e nel quarto set abbiamo abbiamo lottato fino alla fine giocando punto a punto sino all’ultimo. L’unica osservazione che forse posso fare è che abbiamo fatto un po’ troppi passaggi a vuoto ma resto comunque molto soddisfatto di questa squadra.”

Print Friendly, PDF & Email