Oggi il recupero con l’Arzachena,
vincendo l’Alessandria torna quinta

0
729

Inizia un terribile mese di aprile: in 25 giorni (dal 3 al 28, ndr) l’Alessandria giocherà sette partite, 5 di campionato più le 2 finali di Coppa Italia, decisive per la stagione. Oltre a giocarsi un trofeo, che tutti vogliono portarsi a casa, la squadra di Marcolini potrà migliorare la posizione in classifica, che determinerà la griglia playoff. Ed è certo che alzando la coppa ci sarebbe la garanzia di un ‘terzo posto’ che farebbe saltare i primi due turni. Ma fin da oggi con l’Arzachena, e come sempre, l’obiettivo è uno solo: la vittoria.

ARZACHENATredicesima in classifica a quota 36, a -3 dall’11° posto che chiude la zona playoff, visto che la presenza in finale di Coppa di due squadre del girone A aggiunge una posizione per gli spareggi. Lo ‘score’ dice 10 v.-6 p.-14 s., con 43 gol fatti e 42 presi.
Sono solo 2 i punti conquistati nelle ultime quattro partite, con 2 pareggi casalinghi consecutivi per 1-1 (contro Cuneo e Prato, ndr) arrivati dopo 2 sconfitte. L’Arzachena non vince dal 25 febbraio (1-0 sul Gavorrano) ma in trasferta l’ultimo successo risale al 28 gennaio (2-0 a Pontedera). L’allenatore è il 58enne Mauro Giorico, detto ‘il comandante’, colui che l’anno scorso ha portato per la prima volta l’Arzachena tra i ‘pro’. Il modulo è il 4-4-2 con il centrocampo ‘a rombo’, che prevede l’utilizzo del trequartista, Alessio Curcio, autore fin qui di 12 reti e di una stagione per lui fantastica. Occhio anche al ‘gigante’ Michele Vano (m. 1,91), che ha fatto 7 gol. Due assenze pesanti per Giorico: mancheranno due difensori centrali, Piroli e Peana, entrambi squalificati.

PRECEDENTI – Non c’è storia passata fra le due squadre. L’unico precedente è la gara di andata, giocata il 15 ottobre e finita 0-0.

ALESSANDRIAVincendo oggi i grigi tornerebbero al quinto posto, perché la Carrarese non gioca. Mancheranno Cazzola e Celjak, recupera Blanchard. Marcolini ha chiaramente specificato che continuerà con il turn-over dei giocatori, in modo da poter gestire al meglio le forze per un finale di stagione in cui non c’è il tempo di allenarsi.
Contro l’Arzachena il 4-3-3 iniziale potrebbe essere così: Vannucchi; Sciacca, Piccolo, Giosa, Fissore; Nicco, Gazzi, Gatto; Sestu, Marconi, Fischnaller.

ARBITRO – Per Alessandria-Arzachena di oggi, ore 14.30, allo stadio “Moccagatta”, è stato scelto l’arbitro Mario Cascone di Nocera Inferiore, coadiuvato dagli assistenti Nicola Nevio Spiniello di Avellino e Andrea Zaninetti di Voghera. Il sig. Cascone è al primo anno in serie C e per lui è l’esordio con entrambe le formazioni.

Print Friendly, PDF & Email