L’Orso ‘sbrana’ la Lupa
e il vantaggio sale a 10 punti

0
988

L’Alessandria ha battuto 3-0 la Lupa Roma infilando la quattordicesima vittoria di questo campionato, che la vede ancora imbattuta, unica nel genere nei campionati professionistici italiani e dei principali paesi europei.
Il punteggio così rotondo è forse esagerato per quanto ha detto la gara, come ha sottolineato  in sala stampa anche mister Braglia (“abbiamo sofferto”) cui ha fatto eco l’allenatore avversario David Di Michele: “Sono contento della prestazione dei miei ragazzi. Sapevamo di affrontare una corazzata, e dopo 20′ timorosi ci siamo ‘scrollati’ e abbiamo provato a fare gioco, creando anche qualche problema alla loro difesa”. E qui arriva l’ennesimo endorsement: “Certo che giocare contro Gonzalez, per i difensori di questa categoria, è difficilissimo, soprattutto questo Gonzalez, così in forma come non ricordo nemmeno ai tempi del Novara”.
Ed è stato proprio il ‘cartero’ argentino a sbloccare il risultato al 13′, su rigore (foto Frisina) concesso per fallo su Nicco e segnalato dall’assistente Mokhtar al pessimo arbitro Panarese, che mai ha avuto in pugno la gara. Il sinistro del bomber grigio (14° gol) è stato parato da Svedkauskas, poi uno strano ‘effetto’ del pallone lo ha fatto rimbalzare in rete. Il gol è da attribuire a Gonzalez, che era lì davanti pronto al tap-in.
Poi l’Alessandria si è seduta un po’ sul vantaggio, faticando a trovare il raddoppio, arrivato solo al 69′ per merito di Iocolano, che si è tolto di dosso il peso del digiuno che durava da 11 partite (3 ottobre, 1-1 con la Cremonese), troppe per lui, che punta ad arrivare a 10 gol in stagione: “Ma se non ci arrivo e la squadra vince va bene lo stesso”.
Nel frattempo c’è stato spazio anche per tre belle parate di Vannucchi, sempre presente e attento alle situazioni, più che mai ‘imprescindibile’ come Gozzi, Piccolo, Cazzola e ‘Pablo el cartero’. L’ammonizione a Nicco, che era diffidato, gli farà saltare la gara di Pontedera, mentre Cazzola, diffidato pure lui, ha evitato il ‘giallo’.
Nel finale spazio all’esordio del giovane (’99) Aramini, protagonista del terzo gol al 94′ con l’assist per Bocalon (11° gol).
Ora il vantaggio dei Braglia-boys sulla seconda è salito a 10 punti, in attesa del posticipo di questa sera (20.30) Cremonese-Livorno.
Ai giocatori il tecnico maremmano ha concesso due giorni di riposo, quasi scontati dopo tre partite in otto giorni. Gli allenamenti riprenderanno mercoledì: Fissore rientrerà nei ranghi, per Marras esami di controllo al flessore della coscia destra.

Print Friendly, PDF & Email