L’amichevole col Feralpi finisce 0-0 e
il mercato dell’Alessandria è in stallo

0
814

Una buona sgambata, l’amichevole di oggi pomeriggio al ‘Moccagatta’, con grandi rotazioni da una parte e dall’altra e molta attenzione a non farsi male.
Nessun gol, tanto fair-play, 5-parate-a-2 per gli ospiti che si sono disimpegnati fra i pali con Caglioni nel primo tempo (dopo un suo errore di passaggio) e 4 volte con Livieri nella ripresa. Una parata a testa, invece, per Agazzi e Pop, che hanno difeso la porta grigia rispettivamente nel primo e nel secondo tempo.
L’Alessandria è partita col 4-1-4-1: Agazzi; Casasola, Gozzi, Piccolo, Fissore; Gatto; Russini, Ranieri, Branca, Fischnaller; Marconi. Sono sembrati già in palla Marconi, Branca, Fischnaller e Russini, mentre il neo-acquisto Gatto, schierato davanti alla difesa, ha mostrato senso della posizione e buona velocità di lettura delle situazioni di gioco.

Nella ripresa Marcolini ha cambiato 10 elementi su 11 e il 4-3-3 era così disposto: Pop; Celjak, Sciacca, Giosa, Fissore (80′ Gjura); Nicco, Gazzi, Rossetti; Gonzalez, Bunino, Sestu. Non entrati Vannucchi, Pastore (leggero infortunio), Usel e Rolando.
In campo avverso Serena, che ha presentato il 4-4-2 ‘a rombo’, ha cambiato 4 uomini a metà e altri 4 nella ripresa, lasciando in campo per 90′ solo Tantardini, Alcibiade e Dettori, con l’ex Vitofrancesco protagonista per poco più di un’ora.

MERCATO – Non c’era Bellomo fra i convocati, e la cosa ha una spiegazione. Il giocatore non è rientrato dalla vacanze, d’accordo con la società che gli dato il permesso di allenarsi a Bari in attesa di sviluppi di mercato. Chiara dunque l’intenzione di lasciare Alessandria e la maglia grigia, con Salernitana e Brescia sullo sfondo. Se non dovesse maturare la cessione, però, entro qualche giorno Bellomo rientrerebbe fra i ranghi.
Richieste sono arrivate anche per Casasola, Bunino, Gozzi e Ranieri, potrebbero restare i tre portieri, mentre in entrata si cercano un terzino sinistro, con buone prospettive su Djordjevic del Catania, e una punta, che potrebbe essere il lungagnone Cianci (m. 1.95, classe ’96) in forza alla Reggiana ma di proprietà del Sassuolo.

PROGRAMMI – Dopo l’amichevole con il FeralpiSalò la squadra grigia tornerà al lavoro domani e dopodomani, riposerà lunedì e da martedì ripartirà con la settimana-tipo in vista della sfida col Pro Piacenza di domenica 21 gennaio (stadio ‘Moccagatta’ ore 14.30).

Print Friendly, PDF & Email