L’Alessandria segna, vince e passa il turno. Nel pomeriggio il sorteggio

0
1081

Missione compiuta. Segnare, vincere e passare il turno erano ‘i desiderata’ di Bepi Pillon alla vigilia, e così è stato. Anzi, l’Alessandria poteva segnare molto di più, poteva evitare il gol, non poteva non passare il turno, tale e tanta era la differenza con gli avversari.
Squadra discreta, la Casertana, che ci ha provato con tutte le forze a vincere (col pari sarebbe stata eliminata) e per un po’ ci ha pure creduto, dopo il vantaggio di Ciotola (26′), tenuto in gioco da un incerto Piccolo. Ma solo 3 minuti, perché l’illusione è svanita al 29′, quando Gozzi ha girato in rete risolvendo una mischia da calcio d’angolo, segnando così il gol, 1° stagionale, sempre cercato e mai trovato sui calci piazzati.

Ecco, lì forse è girata la stagione grigia. L’ansia iniziale è passata, l’Alessandria è tornata pian piano quella del girone di andata, ha ritrovato sé stessa, compreso Vannucchi che ha tolto dall’incrocio una punizione di Ramos, evitando altri guai. Poi, come una liberazione, al 45′ è arrivata la zuccata del 2-1 di Cazzola (4° gol), il migliore in campo con Bocalon, con un ‘terzo tempo’ fantastico su angolo di Gonzalez.
E nella ripresa, con la Casertana sbilanciata a cercare i due gol-qualificazione, è arrivato al 61′ il sigillo (21°) del ‘Boca’ a fissare il 3-1 finale, bella girata di testa su deliziosa pennellata di Marras. ‘Game over’. Da lì alla fine la sagra del gol sbagliato dai grigi, col ‘Puci’ Gonzalez stranamente impreciso sotto porta. Ma per Pillon “è in crescita, fisica e mentale”, e in fondo tutta la squadra è parsa più tonica e, gradualmente, più sicura di sé.
Qualche sbavatura c’è ancora (‘liscio’ di Vannucchi su un cross basso a inizio ripresa), però le vittorie aiutano a migliorare. Ora si può lavorare con una settimana-tipo e Pillon può incidere in profondità, alla ricerca di tranquillità e umiltà, che predica dal suo arrivo.
E l’Alessandria, che il simpatico allenatore avversario Esposito ha definito “la Juventus della Lega Pro” può dire la sua in questi playoff.
Ultima nota: bello il ‘terzo tempo’ finale, con le squadre a salutare la propria tifoseria e poi a fare il giro dello stadio nell’applauso generale. Una festa di sport.

Ecco i risultati di ieri sera (in maiuscolo le qualificate): PORDENONE-Giana E. 3-1 (1-2); Juve Stabia-REGGIANA 0-0 (1-2); ALESSANDRIA-Casertana 3-1 (1-1);
Albinoleffe-LUCCHESE 0-0 (0-1); PARMA-Piacenza 2-0 (0-0); Matera-COSENZA 1-1 (1-2)LECCE-Sambenedettese 0-0 (1-1); LIVORNO-V.Francavilla 0-0 (0-0).

Il sorteggio della FINAL EIGHT si svolgerà oggi alle 15,30: gare di andata mercoledì 31 maggio, gare di ritorno domenica 4 giugno.

Print Friendly, PDF & Email