L’Alessandria ospite del Prato, domani alle 18.30, per continuare la corsa verso la B

0
1024

Sono 38 i precedenti fra Divisione Nazionale (anni ’20), serie B, C1 e C2, con un bilancio favorevole ai toscani: 17 vittorie a 12 con 9 pareggi, 53 gol biancoblù e 45 segnati dai grigi. Il Prato, dunque, è un’altra ‘bestia nera’ per l’Alessandria, dopo la Carrarese battuta domenica scorsa. L’ultima sfida al Lungobisenzio risale (dati Museo Grigio) al 14 ottobre 2001 e finì 3-1 per i biancoblù, mentre l’ultima vittoria grigia risale al giugno dell’anno prima, 3-2 nel famoso spareggio di Reggio Emilia che sancì la promozione dell’Alessandria in C1.
Ora Prato-Alessandria è un testa-coda, con i grigi primi (36), imbattuti, miglior attacco, miglior difesa e capocannoniere, e il Prato ultimo (8) con 10 sconfitte, peggior attacco e peggior difesa.
La formazione toscana è reduce da una vittoria (2-1 ad Olbia) che ha portato i primi punti esterni, mentre in casa ha ottenuto una vittoria e due pareggi per 2-2, perdendo le altre quattro gare. Da notare che i toscani solo una volta hanno chiuso senza reti al passivo (1-0 sul Pro Piacenza), nelle altre 13 occasioni hanno sempre preso almeno 1 gol.
L’allenatore attuale è il 56enne Francesco Monaco, terzo tecnico stagionale dopo Acori (prime 6 giornate) e Malotti (7^-12^), che schiera la squadra con il 4-3-3. Domani mancheranno lo squalificato Benucci, il lungo-degente Beduschi (rientro a fine 2016) e l’ex-Milan Luca Antonini, che in settimana ha smesso col calcio, rescindendo il contratto e passando ad allenare le giovanili. Fra i disponibili spiccano i nomi di un altro ‘big’, Ciccio Tavano (174-21 in A, 283-125 in B, più 12 gol in Coppa Italia e 3 quest’anno), di Davide Carcuro (ex Ternana) e di Alì Sowe, 22enne attaccante gambiano che giocò con Braglia alla Juve Stabia 2013-2014 (35-5).
A proposito di Braglia, e passiamo all’Alessandria, domani sarà squalificato. ‘Pierino la peste’ fu espulso domenica scorsa per difendere Marras (diffidato) dalle provocazioni di Foglio, e al suo posto in panchina andrà il suo ‘secondo’ Mauro Isetto. Con lui in panca i grigi quest’anno hanno vinto 3 volte su 4 (2 su 2 in campionato) e la formazione iniziale, schierata con l’abituale 4-4-2, potrebbe essere questa: Vannucchi; Celjak, Gozzi, Piccolo, Manfrin; Marras, Cazzola, Mezavilla, Iocolano; Gonzalez, Bocalon. Occhi puntati su quest’ultimo, ‘ex’ di giornata: prima di vestire il grigio giocò nel Prato, segnando 16 reti nel 2014-2015.
A dirigere la sfida, che si giocherà all’ORA DEI GRIGI (18.30, 9 vittorie su 9) sarà Luca Massimi (Termoli), assistito da Daniele Marchi (BO) e Alessio Saccenti (MO).

Print Friendly, PDF & Email