Coppa Italia: Alessandria in campo per la semifinale, oggi al ‘Mocca’
alle 19.30 c’è il Pontedera

0
604

Torna la Coppa Italia, una settimana dopo la vittoria grigia sul Renate. E cambia il regolamento, perché semifinali e finale si giocano con gare di andata e ritorno. Contro il Pontedera l’Alessandria comincia in casa e dovrà cercare di vincere senza subìre gol, che con questa formula in trasferta valgono doppio. Poi, nella gara di ritorno, ci sarà di nuovo la possibilità di supplementari e rigori se il punteggio fosse identico all’andata.
Negli occhi dei tifosi c’è ancora l’esaltante 5-1 con cui i grigi, il 23 dicembre, seppellirono i toscani, ma domani sarà una gara diversa. Il Pontedera attuale è in forma, non prende gol e ha vinto a Livorno dieci giorni fa. L’Alessandria è reduce dalla prima gara senza gol dell’era Marcolini e ha 4 uomini fuori. Entrambe in questa Coppa hanno sempre vinto.

PONTEDERA – E’ 13° in classifica con 31 punti, a +4 sulla zona playout e solo a -1 dai playoff. In campionato conta 8 vittorie, 7 pareggi e 10 sconfitte, con 28 gol fatti (13° attacco) e 38 subìti (terza peggior difesa). In Coppa Italia serie C, invece, ha vinto sei volte su sei: nel girone D 4-0 al Modena (in casa) e 1-0 alla Pistoiese (fuori). Nella fase ad eliminazione diretta 1-0 a Pisa, poi 1-0 sulla Lucchese, 3-2 al Prato (dopo i supplementari) e 2-1 al Padova. E proprio la rete del patavino Lanini al 66′ di quella partita fu l’ultima subita dal Pontedera, ma in porta c’era Biggeri, titolare in coppa nelle ultime quattro.

Infatti in campionato gioca sempre Contini, che a febbraio ha mantenuto la porta inviolata contro Olbia (1-0), a Livorno (1-0) e con l’Arezzo (0-0). Chi giocherà contro l’Alessandria? Il Biggeri di Coppa o l’imbattuto Contini, che al Moccagatta ne prese 5 due mesi fa?
Lo deciderà mister Ivan Maraia, profeta del 3-5-2.

PRECEDENTI – Sono 22, tutti in campionato e tutti in serie C. Questa partita di Coppa Italia, dunque, è una ‘prima assoluta’. Il bilancio fin qui è nettamente pro Alessandria con 8 vittorie a 4 e 10 pareggi, 32 gol piemontesi e 18 toscani.
Le ultime due sfide sono di questa stagione: l’1-1 dell’andata al ‘Mannucci’ (27 agosto) fu firmato da Pesenti e Gonzalez, mentre nel 5-1 del ritorno (23 dicembre) ci furono la tripletta di Marconi (13′, 16′ rig., 50′) e la doppietta del ‘Puci’ Gonzalez (21′ e 48′). Solo all’87’ segnò Pinzauti per i granata toscani.   (dati Museo Grigio).

ALESSANDRIA – Quattro gli assenti: Gatto e Ranieri squalificati, Cazzola e Marconi infortunati. Il ridotto numero di centrocampisti potrebbe indurre Marcolini a puntare sull’eclettico Bellazzini per il 4-3-3, schierato così dal primo minuto: Vannucchi; Celjak, Piccolo, Giosa, Fissore; Nicco, Gazzi, Bellazzini; Gonzalez, Chinellato, Sestu.

ARBITRO – Sarà Daniele Viotti di Tivoli, assistito da Alessio Saccenti di Modena e Daniele Marchi di Bologna, a dirigere Alessandria-Pontedera di mercoledì 21 febbraio, ore 19.30, allo stadio ‘Moccagatta’.

Print Friendly, PDF & Email