BlindHelperBraille, avviata la campagna in crowdfunding su Eppela

0
3453

Stampante BlindHelperBraille Acqui i creatoriBlindHelperBraille, la stampante per ipovedenti low-cost nata ad Acqui Terme di cui abbiamo parlato su “dialessandria magazine”, ha bisogno di una mano. L’innovativo progetto di tre studenti dell’istituto tecnico “Rita Levi Montalcini”, Kevin Dotta, Giulia Narzisi e Diego Pistone, e del professore del laboratorio di Elettronica e Elettrotecnica Fabio Piana, s’è infatti rivolto al sito di crowdfunding “Eppela” per lanciare una campagna di raccolta fondi.

Il traguardo da raggiungere è 4000 euro, a 29 giorni dalla conclusione della campagna ne sono stati raccolti 1.350. Con i fondi raccolti, sarà possibile “sviluppare la parte software del progetto, anche con la creazione di una app Android per il controllo da tablet e smartphone; migliorare la parte meccanica, disegnando e creando nuovi componenti; completare e pubblicare le istruzioni per la realizzazione della nostra stampante; organizzare un incontro di presentazione del progetto; costruire la stampante per i sostenitori che la avranno scelta come ricompensa”.

Diverse le ricompense previste a seconda del contributo economico disposto (si può dare dai 5 ai 200 euro, oppure supportare il progetto senza alcuna ricompensa), si può rimanere aggiornati sulle evoluzioni del progetto sull’apposito sito, sulla pagina Facebook e sul profilo Twitter.

Stefano Summa
@Stefano_Summa

Print Friendly, PDF & Email