Alessandria verso la semi di Coppa,
l’ostacolo domani sera è il Renate

0
746

Sarà dentro o fuori. Gara secca con supplementari e rigori, se serviranno.
Per l’Alessandria la Coppa Italia è un obiettivo importante, perché arrivare in finale vorrebbe dire saltare la prima fase dei playoff. Meglio se si alza il trofeo, però.
I grigi arrivano a questa gara forti di 9 vittorie nelle ultime 11 gare giocate, quelle dell’era Marcolini, l’allenatore della svolta stagionale. Comprese le due di Coppa: 4-0 a Piacenza e 7-6 ai rigori con l’Albinoleffe (2-2 al 90′). C’è qualche assenza, ma come dice il tecnico “la rosa è ampia e di qualità, e qualcuno dovrà fare gli straordinari. E poi giocare tre partite in una settimana non è un dramma”. E’ la prima sfida in Coppa fra le due squadre.

RENATE – Impegnato in campionato nel girone B, è quinto in classifica con 33 punti (9 v.-6 p.-7 s., gol 23-21) ma è reduce da tre sconfitte consecutive. In TIM CUP ha superato 2-1 il Siracusa, poi l’Empoli 6-5 ai rigori, perdendo 1-0 con la Spal. In Coppa Italia serie C, invece, è entrato a novembre, nella fase ad eliminazione diretta, battendo 2-1 la Giana Erminio superando poi il FeralpiSalò 5-3 ai rigori. Era il 5 dicembre, e visto che l’ultima vittoria in campionato è del 29 dello stesso mese (2-1, ancora al Feralpi), di fatto la formazione nerazzurra non ha fatto punti nel 2018, perdendo sempre.
L’allenatore è il 49enne Roberto Cevoli, e anche lui utilizza il 4-3-3. La squadra non ha grandi nomi ma è giovane e segnano in tanti: finora sono 13 i giocatori nerazzurri a bersaglio compresa la Coppa, e il migliore è senz’altro l’italo-argentino Guido Gomez, autore di 10 gol, di cui 3 in Coppa.

PRECEDENTISono 12, tutti di campionato e sempre in serie C, fra Seconda e Prima Divisione. Prima di questo novità di Coppa ci sono 5 vittorie grigie, 2 nerazzurre e 5 pareggi, con 16 gol a 10. Paradossalmente gli unici 2 successi il Renate li ha ottenuti in trasferta (2-0 nel 2012 e 3-0 nel 2014) ma al ‘Moccagatta’ l’Alessandria è imbattuta da tre gare e ha vinto le ultime due (dati Museo Grigio).

ALESSANDRIA – E’ disponibile Piccolo, che era squalificato in campionato, ma mancheranno ancora Bellazzini, Cazzola e Marconi, con gli ultimi due forse disponibili per domenica. Quindi ‘coperta corta’ a centrocampo dove Ranieri darà il cambio solo a uno fra Gazzi, Nicco e Gatto. Un po’ di turnover ci sarà invece in difesa e in attacco, anche se non sembra ancora scoccata l’ora per Lovric, Blanchard e Kadi, fermi da troppo tempo. Nel 4-3-3 iniziale la formazione potrebbe essere questa: Vannucchi; Sciacca, Piccolo, Giosa, Fissore; Ranieri, Gazzi, Gatto; Russini, Chinellato, Fischnaller.

ARBITRO – Sarà Andrea Giuseppe Zanonato di Vicenza, assistito da Fabio Tribelli e Nicola Badoer di Castelfranco Veneto, a ‘fischiare’ Alessandria-Renate di Coppa Italia di domani (19.30) allo stadio ‘G. Moccagatta’.

REGOLAMENTO – Stabilisce che la conquista della Coppa Italia, come riportato dal sito della società grigia, consenta di accedere agli ottavi di finale della fase nazionale playoff, esattamente come le ‘terze’ dei gironi alla fine della ‘regular season’.
E si ottiene lo stesso vantaggio anche perdendo la finale, nel caso in cui l’avversaria si sia piazzata tra il primo e il terzo posto nel proprio girone.

Print Friendly, PDF & Email