Alessandria, domani sera c’è il Pisa
al Moccagatta: un big match
che nessuno può sbagliare

0
1045

Alessandria-Pisa è senza dubbio il big-match di giornata; la classifica conta fino ad un certo punto, perché la storia, la consistenza e l’ambizione delle due squadre ha pochi eguali in categoria. E comunque è la gara spartiacque della stagione, così come l’ha definita il presidente Di Masi nel suo duro intervento di martedì. Lo è soprattutto per i giocatori dell’Alessandria, che devono metterci più grinta, più cattiveria, più ardore per vincere e convincere. Se no da lunedì si cambia registro.
Da parte alessandrina sarà sotto osservazione più l’atteggiamento dei singoli giocatori che il risultato: chi sbaglia paga, con la panchina o sul mercato di gennaio.
Fiducia assoluta nel tecnico Cristian Stellini, dunque. Cosa che non ha avuto la dirigenza del Pisa con Carmine Gautieri: dopo lo 0-0 interno con la cenerentola Gavorrano e la sconfitta 1-0 in coppa col Pontedera (han giocato 11 riserve, pensando ai Grigi), il presidente Corrado ha dato il benservito al ‘Gaucho’. Quindi domani i giocatori nerazzurri, già dati per favoriti in estate, avranno qualche motivazione in più.

PISA – ‘Gaucho’ Gautieri è saltato giovedì mattina e la squadra è stata per il momento affidata al tecnico della formazione Berretti, il 35enne Michele Pazienza, in attesa di scegliere un nuovo allenatore. Non c’è motivo di credere che il giovane ‘traghettatore’, che ha smesso di giocare solo due mesi fa, in tre giorni cambi l’impostazione tattica della squadra, che Gautieri aveva schierato finora con il 4-3-3. Però non si sa mai.
Il Pisa è 5° in classifica con 16 punti, frutto di 4 vittorie, 4 pareggi  e 1 sconfitta, con 7 reti segnate (4° peggior attacco) e 3 incassate (miglior difesa). I punti sono il doppio di quelli dell’Alessandria, ma quanto a gol è squadra ‘avara’, proprio come i Grigi. Tanti i punti di forza dei nerazzurri, costruiti per vincere come l’Alessandria della stagione scorsa, e molti di loro hanno importanti trascorsi fra serie A e B: i difensori Mannini e Lisuzzo, i centrocampisti Gucher, De Vitis e Negro, gli attaccanti Masucci, Eusepi e Giannone, senza dimenticare il trequartista Di Quinzio, fortissimo elemento di categoria. I migliori marcatori sono Giannone e il capitano Mannini con 2 gol a testa.

PRECEDENTI – Lunga storia quella dei Grigi col Pisa, con 80 anni di gare fra serie A e serie C, dal 1921 al 2001: 32 sfide che comprendono 14 vittorie piemontesi, 10 toscane e 8 pareggi, con 57 gol grigi e 42 nerazzurri (dati Museo Grigio). L’ultimo precedente si giocò 16 anni e mezzo fa, il 4 aprile 2001, e fu una vittoria mandrogna, 1-0 firmato da Falco all’Arena Garibaldi. L’ultima vittoria grigia al ‘Moccagatta’, invece, ha 50 anni: 5 febbraio 1967, 1-0, gol di Gualtieri.

ALESSANDRIA – Si gioca allo stadio ‘Moccagatta’, dove i Grigi hanno ottenuto l’unica vittoria finora. La capienza sarà ancora parziale, anche se superiore alla gara col Prato: i posti disponibili saranno 3715, di cui 650 riservati agli ospiti.
In campo mancherà di certo Manuel Fischnaller, che si è ‘stirato’ mercoledì tirando in allenamento. Per lui la diagnosi è “lesione di primo grado del muscolo obliquo interno dell’addome” e i tempi di recupero sono stimati in circa 25 giorni. Si riducono dunque le soluzioni offensive per mister Stellini, che dovrà ‘trovare la quadra’ per un gruppo che stenta a fare gol (solo 4 in 8 gare). Difficoltà moltiplicate dalla solidità della difesa pisana, che è la migliore del girone. Ma dopo la strigliata del presidente di martedì scorso, che secondo il tecnico “ha dato stimoli e motivazioni per elevare il livello delle nostre prestazioni”, i giocatori non hanno più alibi: devono tutti dare di più. Sul fronte formazione Stellini si è espresso così: “Ho idee già definite e ci muoveremo sulla falsariga di quanto già proposto nelle partite precedenti. All’assenza di Fischnaller ovvieremo anche utilizzando, se necessario, Bellomo come giocatore d’attacco”.
Se sarà confermato il 4-4-2, all’inizio potrebbe essere questo: Agazzi; Celjak, Gozzi, Piccolo, Casasola; Sestu, Cazzola, Gazzi, Bellomo; Gonzalez, Bunino.

ARBITRO – Sarà Luca Massimi di Termoli, coadiuvato da Matteo Michieli (PD) e Gianluca Sartori (PD) a dirigere Alessandria-Pisa di domenica 22 ottobre alle 20.30 (stadio Moccagatta, diretta Sportube/Eleven Sports).

Print Friendly, PDF & Email