Presentato lunedì a Palatium Vetus
il volume sulle origini monferrine
di Cristoforo Colombo

0
480

Lo scorso 12 novembre è stato presentato a Palatium Vetus il volume che raccoglie gli Atti del III Congresso Internazionale Colombiano, tenutosi nel 2017 a Torino.

Pier Angelo Taverna, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, ha dichiarato: “Siamo particolarmente onorati di ospitare a Palatium Vetus
gli Atti del III Congresso Internazionale Colombiano, che presenta importanti novità sulle origini monferrine della famiglia Colombo. Un grazie particolare al Ce.S.Co.M., che ostinatamente ha continuato negli anni le indagini e ci riserva sempre gradite sorprese”
.

Dopo lo svolgimento dei Congressi Colombiani del 1999 e del 2006, la pubblicazione dei relativi Atti e l’inaugurazione a Cuccaro, il 18 giugno 2006, del Museo dedicato a Cristoforo Colombo alla presenza di Doña Anunciada Colòn de Carvajal, diretta discendente spagnola del Grande Ammiraglio, il Congresso “Cristoforo Colombo: Piemonte, Liguria e Penisola Iberica verso il Nuovo Mondo”, celebrato nel 2017 in occasione del 525° anniversario della scoperta dell’America, dà conto degli studi svolti in questi anni dagli studiosi italiani e stranieri, che da tempo collaborano con l’Associazione Centro Studi Colombiani Monferrini – CE.S.CO.M., ed illustra i numerosi documenti inediti da essi reperiti negli Archivi pubblici e privati, italiani e stranieri, di argomento colombiano. Di particolare importanza sono risultate le 35 tavole di genealogie inedite relative alla famiglia dei marchesi di Ceva a cui appartenne Marietta, moglie di Domenico Colombo di Cuccaro e quindi madre dello Scopritore dell’America. Le illustri parentele di Marietta con le principali famiglie genovesi, tra cui i Fieschi, e le famiglie reali di Portogallo, Aragona, Francia e Inghilterra, spiegano le grandi entrature di Cristoforo Colombo nelle corti europee che gli consentirono di ottenere gli appoggi necessari per la realizzazione dei suoi viaggi, svolti alla scoperta del Nuovo Mondo.

Inoltre va sottolineata la grande utilità della ricerca araldica svolta sulla famiglia Lovatelli, ramo dei Colombo di Cuccaro, che ha evidenziato e spiegato la grande somiglianza dello stemma Lovatelli con lo stemma dei Colòn de Carvajal, diretti discendenti spagnoli dell’Ammiraglio. Il Congresso è stato diviso in tre Sezioni.

La prima, intitolata “Le grandi famiglie e la storia”, ha trattato dei rapporti intercorsi tra Cristoforo Colombo e alcune importanti dinastie, fiorenti nella sua epoca.

La seconda, intitolata “Archivi: i documenti raccontano”, ha posto l’accento sui grandi e sorprendenti risultati che possono derivare da un approfondito esame dei documenti d’Archivio.

La terza, intitolata “Famiglia Colombo: ascendenti e discendenti”, ha trattato in modo particolare le vicende relative ad alcuni familiari di Cristoforo Colombo.

 

 

Print Friendly, PDF & Email