Festival Luoghi Immaginari XVI edizione 2018

0
328

                              “  Appuntamento con la Grande Lirica a Novi Ligure”

Giovedi  8 Novembre alle ore 21.00  imperdibile grande appuntamento di prestigio e livello artistico internazionale presso la Basilica della Maddalena di Novi Ligure  della XVI edizione del “Festival Luoghi Immaginari”   con un  “ Grande Recital Lirico “ programma interamente dedicato  più grande e noto repertorio della tradizione lirica.

Luoghi Immaginari, proseguendo il suo percorso che può effettivamente dirsi di sviluppo internazionale di qualità artistica e di nuovi partner, ospiterà artisti di consolidata fama nazionale ed internazionale provenienti da Italia, Svizzera, Islanda, Polonia, Romania e Russia , dell’indiscusso curriculum e profilo internazionale; ogni concerto avrà carattere tematico riconoscibile che si lega con il titolo di questa XVI edizione proprio per valorizzare i “luoghi” in un progetto organico di“luoghi & suoni”. Sono previsti anche programmi per avvicinare nuove fasce di pubblico, concerti multidisciplinari, eventi con l’ausilio di nuove tecnologie e concerti con la presenza e valorizzazione di giovani musicisti per il loro ingresso nei circuiti professionistici . Saranno coinvolte tre province della Regione Piemonte quali Torino, Alessandria, Asti e sei comuni con otto concerti. Istituzioni alle quali rivolgiamo il nostro sincero ringraziamento di cuore, congiuntamente a tutti gli enti pubblici e privati che hanno rinnovato anche per questa sedicesima edizione il loro prezioso sostegno  e contributo al festival quali la Regione Piemonte, il Consiglio Regionale del Piemonte la Fondazione CRT di Torino, la Fondazione CRAL di Alessandria,   con il Patrocinio della Camera di Commercio di Alessandria, in collaborazione con la Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, Fondazione Piemonte dal Vivo, Amici di Castelli Aperti del Piemonte e Associazione Culturale Antithesis e l’Unione Collinare Via Fulvia, l’Amministrazione Culturale di Novi Ligure e dell’Assessore alla Cultura Cecilia Bergaglio; città con la quale il festival collabora sino dal suo esordio.

Il concerto si svolgerà presso la  cornice suggestiva e affascinante, come quella della Basilica della Maddalena di Novi Ligure – dove il festival è ospite da molti anni-  e saranno protagonisti tre dei più affermati artisti a livello lirico internazionale provenienti dalla Polonia e dall’Italia quali il  Baritono Piotr Wołosz, il Soprano  Katarzyna Zając-Caban e il  Pianista Renato Contino, in uno splendido connubio artistico internazionale che è tra i maggiori intenti del festival. Il programma vedrà l’esecuzione di arie e duetti del più noto ed anche impegnativo repertorio lirico con autori come Gioacchino Rossini , Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini -solo per citarne alcuni – tratte da opere come  Il barbiere di Siviglia,  La Boheme, Don Giovanni,  La Traviata ( dove il Maestro Renato Contino eseguirà  “Preludio Atto I” da La Traviata (pianoforte solo).

Lungo sarebbe il curriculum degli artisti dei quali ricordiamo solo che  Piotr Wołosz, nel 2006 ha fatto il suo debutto a Teatro Grande di Łódźcon la parte di Zbigniew nell’opera “Straszny Dwór” di S. Moniuszko e 2008/2009 è stato solista “Opera al Castello” a Szczecin, nella stagione 2009/2010 solista di “Wrocław Opera”. Collabora con “Opera Nazionale” a Varsavia, “Opera Podlasie” a Białystok, “Silesian Opera” a Bytom e “Teatro Verdi” a Pisa. Tiene concerti in Polonia, Germania, Italia, Francia.Nel suo repertorio operistico ha, tra gli altri: Ariodate nell’opera “Xerxes” di J.F. Haendel, Sarastro in “Il flauto magico”, Bartolo in “Lenozze di Figaro” di W.A. Mozart, Zuniga in “Carmen” di G. Bizet, Varlam in “Boris Godunov” di M. Musorgski, Lindorf e Copelius in “Racconti di Hoffman” J. Offenbach, Mustafa Opera “Italiana in Algeri “di Rossini, Timur in” Turandot “Colline” in “La Bohème” di G.Puccini, Katarzyna Zając-Caban,   la quale ha fatto il suo debutto sul palco del Teatr Wielki (Teatro Grande) a Łódź con la parte di Serse nell’opera di G. Haendel – “Serse”. Nel 2006, ha anche iniziato a lavorare con il Dipartimento di musica da camera presso l’Accademia di musica di Łódź. Nel 2008, ha iniziato a lavorare con il “Teatro dell’Opera” a Lublin, dove ha debuttato in “Uccel­latore dal Tirolo” di C. Zeller. Lavora con il teatro di Brema e Schwerin. Si esibisce in numerosi teatri in Germania e a Douai e Lille Francia. Come solista alla Fondazione Avangart, ha interpretato la parte di Musetta ne “La Boheme” di G.Puccini e si esibisce quasi nella maggior parte dei concerti e del Maestro Renato Contino, nato come pianista nella scuola toscana di Pier Narciso Masi ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali. Si diploma in Musica Corale e Direzione di coro ad Alessandria sotto la guida di Felice Quaranta senza trascurare la parte solistica si dedica alla musica d’insieme iniziando a collaborare con Italo Tajo, Antony Pay, Roberto Ranfaldi, il Nuovo quartetto Italiano, Orchestra Giovanile del Piemonte.Fonda nel 2007 l’associazione corale Gaiamusica di Valenza, che dirige fino al 2015 portando il coro ad esibirsi in numerosissime località italiane, e a vincere premi in concorsi nazionali ed internazionali e ad esibirsi davanti al Sommo Pontefice Benedetto XVI.

Il tutto in una cornice come quella della storica come quella della Basilica della Maddalena, -che ospita sin dal suo esordio i concerti di Luoghi Immaginari- la quale  si presenta come baluardo di un vasto patrimonio culturale di religiosità popolare e di tradizioni locali, tenuto in vita dalla Confraternita di S. Maria Maddalena e del SS. Crocifisso. La profondità dell’abside è occupata da sostruzioni gradatamente ascendenti che ospitano il Calvario ligneo, grandiosa composizione di ventitre statue a grandezza naturale realizzato fra il 1591 e l’inizio del 1600. L’Oratorio custodisce dentro una preziosa urna d’argento e vetro la reliquia di S. Prospero, ottenuta dai Confratelli in occasione del pellegrinaggio a Roma del 1750.

 

 

Print Friendly, PDF & Email