Gita domenicale: Cassine un gioiello d’arte

0
388

Tutti coloro che passano sulla Strada Provinciale tra Alessandria ed Acqui Terme; posta nella parte inferiore di Cassine; dopo essere saliti nel Palazzo Comunale mi dicono: “Non immaginavo che qui vi fosse un paese così bello! Sono sorpreso da questo centro storico e dai suoi monumenti; pensavano che Cassine fosse solo una serie d’edifici recenti lungo la strada”.

Ai tanti palazzi e chiese del centro storico; nel 2011 si è aggiunto un piccolo ma straordinario museo; quello della Chiesa di San Francesco; dedicato a “Paola Benzo Dapino”. Ritengo valga la pena dedicarvi alcuni momenti per una visita; assieme alle altre realtà turistiche offerte dal territorio; come la chiesa romanica di San Giacomo (sec. XII); la chiesa gotica di San Francesco (sec. XIII – XIV); la parrocchiale barocca di Santa Caterina (sec. XVIII); la Cantina Sociale Tre Cascine e altre importanti aziende.

Il Museo offre l’esposizione d’alcuni antichi arredi del complesso organismo architettonico medievale della chiesa di San Francesco; appartenuta all’ordine dei Frati Conventuali Minori; costituito dall’ex convento e dai vicini oratori; naturale asilo dei rilevanti beni artistici. La ragione di questa nuova istituzione è la fruizione d’opere d’arte altrimenti passibili di dispersione e di degrado.

La realizzazione è avvenuta grazie ai contributi del Comune di Cassine; della Regione Piemonte; della Soprintendenza per i Beni Storici; Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte; della Fondazione CRT; Compagnia di San Paolo; della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e del dott. Franco Dapino; in memoria della madre Paola Benzo Dapino; cui è stato dedicato.

Gli ambienti; in cui è inserita l’esposizione; sono parte dell’ala trecentesca del convento costituita dalla Sala Capitolare; dalla Sacrestia ed un altro vano accessorio; tutti raccordati da una nuova struttura moderna costituente il vestibolo d’ingresso.

Sergio Arditi

(Vicesindaco)

Print Friendly, PDF & Email