A Torino la mostra “Marilyn Monroe, la donna oltre il mito”

0
789

Il primo giugno scorso è stata inaugurata a Torino, Palazzo Madama, la mostra “Marilyn Monroe, la donna oltre il mito”, in occasione della ricorrenza del novantesimo compleanno della star, icona di stile e mito mediatico a livello mondiale, scomparsa in circostanze mai del tutto chiarite il 5 agosto del 1962.
Sino al 19 settembre sarà possibile immergersi nel mondo professionale e privato della diva, attraverso 150 cimeli – tra vestiti, accessori, articoli di bellezza, quaderni, diari, lettere, contratti cinematografici e oggetti di scena – per la maggior parte provenienti dalla sua casa, al 12305 di Fifth Helena Drive, a Brentwood, Los Angeles, lasciati al suo maestro di recitazione e mentore Lee Strasberg.
Nel percorso della mostra si potranno ammirare anche le più belle fotografie di Marilyn, sia quelle inedite e originali della stampa del tempo, sia quelle scattate dai leggendari fotografi Milton Greene, Alfred Eisenstaedt, George Barris e Bernt Stern, che la ritrasse poco prima della morte nel famoso servizio The last sitting, per la rivista «Vogue».
La mostra torinese offre l’occasione di ricostruire la parabola esistenziale e artistica della Monroe all’interno del cinema hollywoodiano degli anni Cinquanta, dominato dagli uomini, sia attori che registi e produttori.
L’iniziativa prevede anche, in parallelo all’esposizione, un ricco calendario di eventi collaterali dedicati alla Monroe: nel primo appuntamento, lo scorso 13 giugno a Palazzo Madama, tre docenti del Dams di Torino – Giaime Alonge, Giulia Carluccio e Mariapaola Pierini – hanno approfondito alcuni aspetti relativi all’immagine della star e al suo lavoro di attrice, ancora poco indagato, sullo sfondo del cinema e dei film da lei interpretati.
Il prossimo appuntamento, venerdì primo luglio, vedrà protagonista Stefania Ricci, direttore del Museo Salvatore Ferragamo e responsabile degli eventi culturali Salvatore Ferragamo nel mondo, che analizzerà il mito Monroe sotto il profilo estetico, nel suo legame con la cultura pop dell’epoca.
La mostra è visitabile tutti i giorni, tranne il martedì, dalle ore 11 alle 19.
Per informazioni: tel. 011.4433501

Barbara Rossi

Print Friendly, PDF & Email