Al Lovers Film Festival di Torino arriva Jasmine Trinca

0
959

Sabato 17 giugno dalle 11.30 alle 13.00, presso il Cinema Massimo di via Verdi 18, il 32esimo Lovers Film Festival di Torino – LGBTQI Visions (15 – 20 giugno 2017) ospiterà un incontro con l’attrice Jasmine Trinca, in dialogo con la direttrice del Festival Irene Dionisio. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

La carriera artistica di Jasmine Trinca passa attraverso le più diverse interpretazioni, che le sono valse numerosi premi: dal Nastro d’Argento (Premio Guglielmo Biraghi), ottenuto nel 2001 per il film La stanza del figlio di Nanni Moretti, fino al recente riconoscimento all’ultimo Festival di Cannes, per il film Fortunata di Sergio Castellitto, come Miglior Interpretazione Femminile nella sezione “Un certain regard” (la cui giuria era presieduta dall’attrice americana Uma Thurman). Complessivamente l’attrice romana nella sua carriera ha ricevuto – oltre al riconoscimento di Cannes – tre Nastri d’Argento, due Globi d’Oro, due Ciak d’Oro, il Premio Marcello Mastroianni alla Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia e il Premio Gian Maria Volonté.

Il Lovers Film Festival muove i primi passi nel 1985, poco dopo la nomina di Marziano Marzano ad Assessore alla Cultura del Comune di Torino. Con coraggio e nonostante le molte polemiche, Marzano sostiene il progetto di Ottavio Mai e Giovanni Minerba, giovani filmaker determinati a dare visibilità anche in Italia alle opere cinematografiche a tematica GLBT, troppo spesso senza una distribuzione. “Da Sodoma a Hollywood” nasce così nel 1986, ottenendo anche il contributo della Provincia di Torino e della Regione Piemonte, oltre all’importante sostegno artistico e culturale di altre realtà italiane ed estere presenti sul territorio.

Nata in un primo momento come rassegna-vetrina, nel 1989 la manifestazione si trasforma in Festival ed ottiene presto il riconoscimento del Ministero del Turismo e dello Spettacolo. Dal 2006 è passato sotto la gestione del Museo Nazionale del Cinema di Torino e negli ultimi anni la sua risonanza è costantemente cresciuta, arrivando a superare le 40.000 presenze annuali dall’edizione del 2008.

Fin dall’inizio il Festival ha avuto tra i suoi obiettivi non soltanto quello di presentare film in anteprima nazionale, ma soprattutto quello di dare visibilità tanto ad un cinema che altrimenti non avrebbe alcuna possibilità di circuitazione in Italia, quanto a promettenti artisti provenienti da tutto il mondo, sempre mantenendo uno stretto legame anche con lo spettatore “comune”.

Ogni anno il Festival presenta oltre 100 titoli tra opere in concorso, retrospettive, omaggi, eventi speciali e focus tematici cari alla comunità GLBT. Nel corso dei suoi ventisei anni la manifestazione ha visto la partecipazione di artisti del calibro di Gus Van Sant, Claudia Cardinale, Eytan Fox, Derek Jarman o Christophe Honoré, in alcuni casi invitati per rendergli omaggio, in altri “scoperti” quando ancora muovevano i primi passi nel mondo dello spettacolo.
Dal 2010 è stato istituito il Premio Dorian Gray, una statuetta appositamente ed originalmente realizzata dal maestro Ugo Nespolo, destinato a personalità che durante la loro carriera si sono distinte per il loro supporto alla causa GLBT. James Ivory, Lindsay Kemp e Luciana Littizzetto sono stati i primi tre artisti insigniti del riconoscimento.

Per informazioni sul Festival e il Programma: www.loversff.com; segreteria@loversff.com www.facebook.com/LoversFilmFest/

Barbara Rossi

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email