Voglia di Privacy

0
277

Leggi che la tutelano; nuovi provvedimenti che fanno discutere; aziende che la invadono guadagnandoci; mogli e mariti curiosi di scoprirne i lati pi nascosti. Privacy per legge Qualche giorno fa pi della met dei giornalisti italiani ha scioperato contro il disegno di legge che; una volta approvato; limiter l’utilizzo delle intercettazioni telefoniche e ridurr il diritto dei giornali di riferire alcuni passi delle inchieste giudiziarie in corso. In questi giorni di dialettica pi o meno garbata gli italiani si sono divisi tra favorevoli e contrari. Pro Chi a favore di questo provvedimento reputa che le operazioni di controllo sui telefoni 24 ore su 24 costino troppo per le casse dello Stato; siano esagerate in proporzione al numero di cittadini (150 mila secondo alcune fonti) e spesso siano pubblicate sui giornali senza apparenti necessit. L’esempio pi eclatante riguarda “l’era Calciopoli” durante la quale stato riportato per errore il numero di cellulare di Marcello Lippi. A pensarci bene oggi saprei io che uso fare di quel numero! Contro Chi contro il “DDL Intercettazioni” pensa che gli uomini di potere non debbano avere segreti; reputa che tramite le nuove regole venga meno il diritto di cronaca dei giornali e critica i pesanti provvedimenti per chi contravverrebbe alle nuove regole (carcere per i giornalisti; multe per gli editori; allontanamento per i magistrati che “spifferano”). Intercettazioni fai da te Noi che non siamo ricchi magnati o Vip abbiamo; sicuramente; altri grattacapi. Vuoi sapere se tua moglie ti tradisce; vuoi leggere gli SMS dei tuoi dipendenti? Da qualche tempo possibile con telefonini modificati che; se regalati a chi si vuole spiare; monitorano in tempo reale la vita del nostro “sorvegliato speciale”. Se siete interessati sappiate che ad oggi l’articolo stato ritirato dalla vendita in Italia ma ancora possibile acquistarlo via internet… Spioni! Privacy & Business C’ chi sui nostri dati fonda il proprio guadagno. Per strada; per telefono; ad una fiera; un brillante signore pu chiedervi nome; cognome ed indirizzo per farvi provare “senza impegno” il prodotto che vi cambier la vita… Attenzione: qualche giorno dopo oltre a presentarsi alla porta un altro abilissimo consulente i vostri dati potranno essere utilizzati anche da altre aziende collegate alla prima per fini non meglio noti. Potrebbero venirvi a far visita altri venditori; potrebbero chiamarvi societ di marketing; sicuramente nessuno vi contatter per regalarvi dei soldi. Assicurato. Privacy e Punti Spesa Firmando il regolamento della carta-punti si d il proprio consenso all’utilizzo dei dati personali. Grazie alla tessera il supermarket conosce tutte le abitudini alimentari dei propri clienti; prevedendo cos la stima di quanti e quali articoli acquistare per meglio non avere sprechi ed avendo sottomano un elenco completo del profilo socio-economico-culturale della propria clientela; un dato spesso utile per le ricerche di mercato. A voler essere malpensanti chi collegato al cervellone del supermercato potrebbe anche scoprire cosa abbiate comprato giorno per giorno e tutte le specifiche della vostra vita da “consumatori”. Tutto questo in cambio dei punti utili per ricevere premi e sconti. Pu andar bene come scambio? Io non mi lamento… per voglio la batteria di pentole in acciaio! … e a proposito di Supermarket E’ stato reso noto in questi giorni che una grande rete di supermercati ha installato dal 2004 al 2007 centinaia di cimici nei propri negozi di Vigevano e Milano per monitorare ogni mossa dei dipendenti: telefonate; registrazioni ambientali; riprese… e la cosa pi sconvolgente che in cambio non hanno guadagnato neanche un punto-spesa!

Print Friendly, PDF & Email