Un’altra giornata torrida. Per rinfrescarsi ci vuole il cibo giusto

0
277

L’estate è finalmente scoppiata in provincia. Le temperature ieri infatti sono arrivate infattifino a 37°C. Le zone meno calde non sono scese sotto i 33°. Oggi il tempo sarà instabile; con probabili rovesci e temporali nel pomeriggio e in serata. Le temperature massime; tuttavia; si manterranno ancora comprese tra i 33 e i 36°C. Solo domani l’aria sarà più fresca e la colonnina di mercurio scenderà di un paio di gradi. Per sconfiggere l’afa oltre a ventilatori e aria condizionata i rimedi arrivano anche dal cibo. Per gli agricoltori è indispensabile mangiare frutta fresca sia a pranzo che a cena. Lafrutta fresca infatti contiene fino al 90 per cento di acqua.“Il miglior modo per combattere il caldo e l’eccessiva sudorazione è quello – come sottolineano il presidente e il direttore della Coldiretti alessandrina Roberto Paravidino e Simone Moroni – di mangiare cibi rinfrescanti; ricchi di vitamine e sali minerali indispensabili per non affaticare troppo l’organismo come la frutta e verdura di stagione che aiuta a sconfiggere l’afa di questi giorni e assicura un pieno di salute”.Per dormire bene la notte; soprattutto gli anziani; devono fare attenzione alla tavola preferendo pane; pasta; riso; ma anche lattuga; cipolla; radicchio; formaggi freschi; uova bollite; latte fresco caldo e frutta dolce come pesche e nettarine; che aiutano a riposare.Occorre invece evitare cibi pesanti; alcolici e gli alimenti troppo conditi con pepe; sale o paprika; ma anche attenzione al caffè.“Con l’arrivo del grande caldo – continuano Paravidino e Moroni – è fermamente sconsigliato bere bibite ghiacciate poichè l’improvviso raffreddamento indotto dal liquido molto freddo può ridurre considerevolmente la funzionalità dell’apparato digerente determinando fenomeni di congestione. Meglio allora sostituire le bibite gassate con frullati; macedonie e succhi di frutta”.

Print Friendly, PDF & Email