Spaventano a Valenza i dati Arpa sul tasso di ozono nellaria

0
213

Allarme in città per l’inquinamento da polveri sottili in inverno e di ozono in estate. In regione; Valenza è inserita nella zona critica proprio a causa della forte concentrazione di attività artigianali e i dati rilevati dalla centralina dell’Arpa; all’intersezione di corso Garibaldi con piazza Gramsci; confermano iproblemi. Nondisponendo di una stazione fissa; l’Arpa ha deciso il rilevamento con un laboratorio mobile che hafunzionato dal 22 aprileal 16 maggio. L’area non è direttamente esposta alle emissioni da traffico;ma risente della vicinanza con il parcheggio di piazza Gramsci. «A scopo di raffronto; sono stati utilizzati i dati registrati nello stessoperiododalle centraline fisse di monitoraggio dell’aria di Alessandria e di Casale – spiegano all’ Arpa- e le concentrazionidi inquinanti rilevate confermano le stime regionali per il biossido di azoto; con concentrazione media annua entro i valori 32÷40microgrammi/m3; e le polveri PM10; con concentrazionemedia annua entro i valori 14÷40microgrammi/m3. Per quanto riguarda le polveri fini; si può desumerea Valenza un ampio superamento del limite dei 35 giorni annui con tassi elevati. Nonsolo; i livelli di ozono registrati nel periodo di misura mostrano diversi superamenti del livello di protezione della salutedi 120 microgrammi/m3e risultano spesso superiori a quelli registrati nella stazione di confronto di Alessandria ». «Siamo preoccupati per la pericolosa criticità dei livelli di ozono – puntualizza il vice sindaco PaoloSoban-. L’ozono è una molecola aggressiva che colpisce in particolar modo bambini e anziani; causando irritazione alle mucose di naso; occhi; gola e disturbi all’apparato respiratorio. Piazza Gramsci è molto frequentata proprio da quelle categorie di persone più sensibili ai danni provocati da un’elevata presenza di ozono nell’aria ed è situata nelle vicinanze dell’Uspidalì; delle scuole e dei giardini di viale Oliva; le zone più vissute dai nostri concittadini. Come assessore all’Ambiente; intendo studiare a fondo il fenomeno; avvalendomi della collaborazione dell’ Università di Alessandria; che ha già dato disponibilità; per capire le cause dell’elevata concentrazione dei livelli di ozono nell’ aria di Valenza.

Print Friendly, PDF & Email