Richiesta di dimissioni del Sindaco

0
120

“La richiesta di dimissioni del Sindaco Fabbio; invocata a gran voce dal Centrosinistra; è un vero e proprio tentativo di golpe; ovvero di sovvertire il volere dei cittadini di Alessandria; che nel 2007 hanno ampiamente premiato la nostra Coalizione”: è quanto afferma il Consigliere Comunale Mario Bocchio.“Al di là di quanto potrà eventualmente emergere dalle verifiche sul nostro bilancio; tutto da dimostrare – aggiunge – il fatto evidenzia come le Forze del Centrosinistra non sono mai in grado di condurre nelle sedi appropriate una contrapposizione democratica; e pertanto si rivolgono; come ormai è appurato ogni giorno in campo nazionale con le varie aperture di inchieste; al sostegno della Magistratura”. “L’ iniziativa del Centrosinistra di rivolgersi alla Magistratura; peraltro annunciata in sede di dibattito consiliare dal defenestrato (dal giudizio popolare; sia ben chiaro) Sindaco Scagni – ancora Bocchio – è un colpo basso; pertanto vigliacco e squallido; degno dei più classici intrighi del KGB sovietico; che ordiva ogni messinscena e confezionava anche prove fasulle pur di sbarazzarsi (ed eliminare anche fisicamente) gli avversari; che non considerava tali; ma autentici nemici”. “Il livore con cui la stragrande maggioranza del Centrosinistra alessandrino giudica il nostro Sindaco ed il nostro operato – conclude Bocchio – dimostra un sorprendente e preoccupante livore: queste persone non optano per quella critica istituzionale prevista dalle regole della democrazia; ma sono cattive; bramose di fare male; veramente brutti soggetti politici; capaci di tutto; come ampiamente dimostrato. Non dimentichiamo le parole pronunciate dalla Signorina Mara Scagni appena appresa la notizia della sua sconfitta elettorale: anziché cercare di analizzare le cause del suo fallimento; in maniera astiosa e cattiva; accusò gli Alessandrini di essere autentici ignoranti per aver scelto Piercarlo Fabbio ed il Centrodestra. Oggi i principali artefici di quella che è stata la peggior Giunta nella storia di Alessandria si rivolgono alla Magistratura per riprendersi il potere; ma dimenticano che in questi quattro anni non sono stati capaci di fare nulla di positivo; ma solo di aprire quelle loro boccacce per vomitare calunnie e giudizi infamanti. Noi siamo veramente tranquilli e; proprio perché nutriamo grande rispetto per i nostri concittadini; aspettiamo con impazienza il momento della verifica elettorale. Se questa pletora di soggetti incrostati di nostalgie ideologiche e al lato pratico incapaci di tutto; è l’alternativa a noi; allora veramente incominciamo a dormire sonni sereni! Alla richiesta di dimissioni; pertanto; rispondo con il classico gesto dell’ombrello!”.

Print Friendly, PDF & Email