MUORE RAGAZZO DI 15 ANNI IN PISCINA

0
345

Asmir il 19 luglio avrebbe compiuto 16 anni; di cognome si chiamava Krasnici; e abitava in via Morbelli. E’ morto ieri; all’Infantile; dopo un malore in piscina. Forse unacongestione; forse una malformazione cardiaca. La disgrazia è avvenuta nel pomeriggio; al centro sportivo Barberis; più conosciuto come Borsalino. Nunzio Viricella; 25 anni; il bagnino campione nazionale di nuoto; si è ferito gambe e braccia; stando inginocchiato a terra per rianimarlo. E c’era anche riuscito. Anzi lui e una dottoressa dell’ospedale; in piscina per una giornata di relax; nell’attesa che arrivasse l’ambulanza del 118; per due volte lo avevano «ripreso». Lui; Nunzio; per dieci minuti non s’è fermato un attimo; mentre tutt’attorno si chetavano le risate e l’allegria che quasi come al mare si respira in piscina.Un centinaio di persone sgomente a guardare; mentre la ragazzina che era con Asmir singhiozzava il suo nome e lo zio di lui; che li aveva accompagnati; disperato diceva: «Come faccio a dirlo a suo padre? ». La speranza di salvarlo era tangibile;mentre l’équipe del 118 intubava Asmir e proseguiva senza sosta le manovre di soccorso. Poi l’ambulanza è partita diretta al vicino Infantile; ma qui; il ragazzino è morto. La salma è stata poi spostata all’obitorio del cimitero per poter eseguire l’autopsia. Asmir era giunto in piscina con l’amica e lo zio. Faceva molto caldo e pare che abbia bevuto una bibita. Era in acqua e stava bene. Verso le 17 lo zio e l’amica; che si trovavano a bordo piscina; lo hanno chiamato invitandolo a uscire e si sono incamminati sul vialetto. A questo punto la situazione è precipitata in pochissimo tempo. I due si sono girati e non vedendolo sono tornati indietro. Lo zio lo ha visto sul fondo della vasca e ha lanciato un urlo. Il bagnino si è gettato in acqua; lo ha acciuffato e adagiato sull’erba. Poi la corsa inutile all’ospedaletto.

Print Friendly, PDF & Email