Le cause del deficit del comune di Alessandria e le ripercussioni dei cittadini

0
142

Resta calda la questione legata ai conti di Palazzo Rosso. Il bilancio consuntivo alessandrino ha chiuso con un deficit di oltre 4 milioni e 700 mila euro e; al di l delle polemiche tra la’attuale amministrazione e quella precedente; ad aiutarci a capire cosa accadr e quali conseguenze reali subir la cittadinanza il Professor Alberto Cassone; Docente Ordinario di Politica Economica all’Universit del Piemonte Orientale. Le cause che hanno portato al buco sono dovute; come per tutto il resto del paese; all’abolizione dell’ICI sulla prima casa; che si tradotta in una considerevole perdita delle entrate nelle casse comunali; oltre alla diminuzione dei trasferimenti da parte dello stato centrale a tutti i soggetti di finanza derivata (Regioni; Comuni; Universit); senza trascurare la crisi economica partita nel 2007. Nel caso di Alessandria i bilanci sono abbastanza stabili; con spese obbligatorie e variabili al di l di chi amministra. Il deficit; spiega il Prof. Cassone; non necessariamente negativo se i soldi sono stati investiti per lo sviluppo della citt; ma non se ne uscir in fretta. Se le imposte verranno ridotte; le entrate diminuiranno. Inevitabili dunque le ripercussioni sulla cittadinanza. Sembra dettata da queste difficolt economiche la decisione di arrivare a una privatizzazione delle aziende comunali; con il vantaggio di fare cassa. "I problemi del mondo del lavoro non sono quelli che interessano il passaggio di un’azienda da comunale a privata; ma restano di chi un lavoro non lo trova o lo perde"; spiega Alberto Cassone. Serena Piscitello (Radiogold)

Print Friendly, PDF & Email