la tradizionale PASQUALINA

0
274

Si chiama cos perch appartengono a questo periodo erbette; biete e spinaci freschi con cui tradizione prepararla; anche se; al giorno d’oggi; per frutta e verdura; le stagioni non sembrano esistere pi: fidatevi per;il risultato decisamente migliore se la classica torta Pasqualina viene cucinata con gli ortaggi freschi dei nostri orti; anzich con prodotti surgelati o d’importazione. Rimettiamoci al giudizio del palato; che non mente mai! La ricetta TORTA PASQUALINA 600 g di farina bianca; 400 g di ricotta; 1 kg di biete o erbette; 100 g di parmigiano grattugiato; 8 uova; maggiorana fresca tritata o in polvere; 1/4 di litro di olio di oliva; sale; pepe. Mettete la farina a fontana sulla spianatoia; versatevi 2 cucchiai di olio; il sale e impastate con le mani; aggiungendo acqua tiepida quanto basta per ottenere un impasto compatto. Lavorate la pasta per circa 10 minuti; fino a che si formeranno delle bollicine d’aria; e lasciatela riposare per 2 ore; coperta con un panno. Pulite le biete e fatele cuocere con poco sale; quindi strizzatele; tritatele e mettetele in un’ampia terrina. Unite la ricotta; due uova intere; sale e pepe; maggiorana; met parmigiano; e lavorate l’impasto con un cucchiaio di legno. Con il matterello stendete delle strisce di pasta sfoglia molto sottili (almeno una dozzina). Ungete la tortiera e disponetevi la prima sfoglia; quindi continuate a sovrapporre altre 5-6 sfoglie (met del totale); ungendo i vari strati leggermente. A questo punto disponete tutto il ripieno; livellatelo e scavate 6 incavi; in cui versare le uova fresche; spruzzate di sale e pepe. Cospargete col formaggio grattugiato rimasto e sovrapponete le restanti sfoglie di pasta; unte d’olio. Ripiegate verso l’interno la pasta che fuoriesce dalla tortiera e schiacciatela con le dita formando un cordone sul bordo. Ungete la torta; bucherellate con la forchetta e fate cuocere in forno per circa 40 minuti o pi; fino a dorare la superficie. Buona sia calda che fredda. Le variantiCome tutti sanno; quando si parla di torte salate; le possibilit di aggiunte o di versioni completamente differenti sono all’ordine del giorno: basta prendere la base – pasta sfoglia; uova; ricotta – e scegliere le verdure in base ai nostri gusti o agli ingredienti disponibili sul momento. Qualche idea? Carciofi e pancetta; asparagi; cipolle e prosciutto; pere e caprino… Ovviamente; il segreto tenere sempre in dispensa qualche razione di pasta pronta congelata: vi risparmier met del lavoro.

Print Friendly, PDF & Email