La fretta di raggiungere le spiagge gli è costata la patente

0
521

Nella giornata di ieri, gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Ovada, hanno ritirato la patente e sanzionato B.F. di 45 anni.

L’intenso traffico che nello scorso week end era presente già dall’innesto proveniente dall’autostrada per Milano sull’A/26 dei trafori, con drastiche riduzioni della velocità ed una circolazione a “singhiozzo” di tutti veicoli, accompagnata forse dal desiderio (comune) di raggiungere la località balneare di destinazione, lo hanno convinto  che bisognava “superare” il problema.

A bordo del proprio scooter Yamaha Tmax, ha iniziato ad operare manovre a zig-zag, passando dalla terza alla prima corsia e sfruttando le corsie di emergenza, al fine di oltrepassare il lungo torpedone di veicoli in marcia “lentamente” verso il mare.

Grazie alle segnalazioni di alcuni utenti in coda, è  stato intercettato da una pattuglia della Polizia Stradale di Ovada che ha posto fine alle “pericolose” manovre del centauro.

B.F. ha subito il ritiro della patente (è prevista la sospensione da 2 a 6 mesi) oltre a sanzioni per oltre € 500,00.

 

Prosegue, inoltre,  l’attività di controllo della Polizia Stradale Alessandrina in relazione all’individuazione di soggetti in stato di alterazione psico-fisica, in circolazione sulle arterie autostradali ed extraurbane.

Mirati posti di controllo all’altezza dei caselli A21 ed A26 nella provincia di Alessandria hanno permesso l’individuazione di 4 soggetti in stato di ebbrezza alcolica; questa settimana anche due donne sono risultate “positive” all’apparecchiatura etilometro.

Print Friendly