Kovacic vince la sua battaglia contro l’Aristor. Di nuovo al lavoro da fine settembre

0
178

Renato Kovacic il dipendente dell’Aristor di Alessandria rientrer al lavoro. Dopo un anno di battaglie legali contro l’azienda di servizi mense e catering; che lo aveva licenziato venendo a conoscenza della sua malattia; Kovacic potr tornare al suo lavoro a partire dal 21 settembre. Per ora in aspettativa retribuita. I consiglieri Paolo Bellotti; Giorgio Barberis e Vincenzo Demarte hanno espresso soddisfazione per la fine della vicenda. I consiglieri presenteranno un’interpellanza per chiarire chi ha sostenuto gli alti costi della campagna che l’Aristor; azienda completamente pubblica all’epoca dei fatti; ha portato avanti contro il dipendente; comprensive degli stipendi pagati al lavoratore anche quando non esercitava e di tutte le spese legali. Altre due proposte sono state avanzate dai tre consiglieri: che il direttore di allora dell’Aristor; Paolo Ansaldi; riconosca le sue colpe e che Kovacic venga nominato presidente dell’assemblea onoraria dei consiglieri comunali; in quanto ex assessore; al posto del recentemente scomparso Cotroneo. A schierarsi dalla parte di Kovacic anche Marica Barrera; consigliera dell’Idv in Provincia. Dall’ex direttore Paolo Ansaldi; arrivato un secco "No comment". Ansaldi ha sostenuto di non avere nessuna dichiarazione da rilasciare; non avendo pi seguito il caso e il suo sviluppo giuridico.

Print Friendly, PDF & Email