Il sindaco di Sardigliano stato travolto dal trattore che stava guidando

0
268

Stanno graduatamente migliorando le condizioni di Angelo Gatti; il sindaco di Sardigliano; che ha rischiato di morire sotto il trattore che stava guidando. Il primo cittadino del piccolo comune situato sulle colline tra Novi e Tortona; era andato in un bosco di sua proprietà ad effettuare un carico di legna per alimentare il caminetto nella stagione invernale; abitudine assai diffusa da quelle parti dove in quasi tutte le case tengono in funzione anche la stufa a legna nelle abitazioni durante la stagione invernale. Sulla via del ritorno; mentre percorreva una tratto di strada sterrata in discesa; il sindaco Angelo Gatti di 72 anni; ha perso il controllo del trattore; pare per eccessivo carico nel rimorchio o per il malfunzionamento del sistema frenante del carro. Tutto questo ha fatto sì che il carico si ponesse trasversalmente alla strada e spingesse il trattore a cingoli sino a rovesciarlo. Angelo Gatti pur accorgendosi di quello che stava accadendo; non ha fatto in tempo a balzare via dal posto di guida del trattore che lo ha travolto ed è rimasto incastrato tra il pesante mezzo meccanico e la strada. Per sua fortuna il trattore a cingoli si è rovesciato verso l’argine e questo ha fatto sì che rimanesse uno spazio; pur angusto; ma comunque utile ad evitare lo schiacciamento.Con lo sfortunato sindaco in versione boscaiolo c’erano anche il figlio ed un amico che hanno tempestivamente dato l’allarme e si sono attivati con tutte le loro forze per liberare Angelo Gatti da quella scomoda posizione. Successivamente l’infortunato è stato trasportato all’ospedale dove gli è stata riscontrata la frattura di entrambe le spalle. Gli arti superiori sono stati ingessati ed ora il sindaco di Sardigliano è costretto ad una scomoda posizione a braccia larghe; ma è un sacrificio che accetta di buon grato pensando al pericolo che ha corso. Per il momento guida il Comune dalla sua abitazione affidandosi alla preziosa collaborazione di vice sindaco Renato Galardini; degli assessori; dei consiglieri e dei dipendenti comunali che attendono gli venga rimosso il gesso; tra circa un mese; per accoglierlo in municipio e festeggiare lo scampato pericolo.

Print Friendly, PDF & Email