Il debito Usa fa tremare i mercati

0
261

Apertura in calo per le Borse europee: sulle piazze del vecchio Continente pesano i timori di un possibile default degli Usa; vista l’assenza di un accordo tra repubblicani e democratici. A Piazza Affari; l’indice Ftse Mib cede in avvio l’1;14% a 19.234 punti. Parigi è A -0;57% ; Francoforte perde lo 0;71%. Male le banche; con Unicredit a -3;23%. Non è andata meglio per Tokyo; che ha chiuso la seduta in calo dello 0;8%. A complicare la situazione c’è la decisione di Moody’s di tagliare ancora il rating sul debito della Grecia; a un passo dalla soglia predefinita di default: da «Caa1» a «Ca».Piazza Affari scivola in avvio; con vendite soprattutto sulle banche. Tra i finanziari; il Banco Popolare lascia il 4;72%. Unicredit il 4;86%; Fonsai il 4;03%; mentre la Bpm è in calo del 3;80%. Mps perde il 4;08%; Intesa Sanpaolo il 3;94%. In calo dello 0;22% Fiat; che diffonderà i risultati nel corso della giornata. Fiat; che invece diffonderà i risultati martedì; lascia l’1;22%.Negli Stati Uniti intanto non c’è ancora un accordo tra repubblicani e democratici; che avanzano piani diversi per ridurre il deficit e il debito. Il presidente Barack Obama vede i leader democratici del Congresso; Harry Reid e Nancy Pelosi. Lo speaker della Camera; John Boehner; aggiorna i membri del suo partito sulle negoziazioni. Le parti sono ancora distanti; con i repubblicani che spingono per un accordo in due fasi e i democratici che si oppongono a un piano a breve termine. Il segretario di Stato americano Hillary Clinton si è detat «fiduciosa» circa il raggiungimento di un accordo a Washington sul debito Usa. Nel frattempo; l’oro vola a New York; sulla scia dell’impasse sull’aumento del tetto del debito che innesca la corsa degli investitori ai beni rifugio per ripararsi da una possibile crisi. Le quotazioni dell’oro salgono dello 0;9% a 1.616;50 dollari l’oncia.

Print Friendly, PDF & Email