Il Comitato contro i parchi eolici

0
380

Un gruppo di persone appartenenti al Comitato per il territorio delle Quattro Province; ieri ha effettuato un escursione sul crinale del monte Ebro per raccogliere testimonianze ed informare gli escursionisti circa le dimensioni; la collocazione e i danni ambientali che deriverebbero dalla realizzazione di impianti eolici di enormi dimensioni (da 37 a 66 pale alte fino a 150 metri con relativa massiccia cantierizzazione del territorio) in progetto per le creste spartiacque tra val Borbera; val Curone e val Staffora. Significative; secondo gli organizzatori; le interviste ai gestori del rifugio Orsi; storico punto di riferimento degli escursionisti; visitato da migliaia di studenti per corsi di educazione ambientale: “i gestori del rifugio – dice Giuseppe raggi del Comitato “per la nostra valle”- sono decisamente contrari a progetti che vanificherebbero anni di impegno; di lavoro e di investimenti anche pubblici destinati alla valorizzazione turistico-ambientale dei crinali percorsi dalle storiche vie del Sale.” Lungo i sentieri sono stati distribuiti volantini agli escursionisti e; lavorando di GPS; è stata loro mostrata l’esatta collocazione di alcune delle pale; evidenziando che cancellerebbero irreparabilmente pascoli pregiati e boschi sommitali; in zone palesemente soggette a rischio idrogeologico. Numerose le firme in calce alla petizione rivolta alla Provincia di Alessandria con la quale il Comitato chiede la rinuncia a tali progetti e un serio impegno per la valorizzazione della vocazione agro-pastorale e turistico-ambientale del crinali in questione. Per informazioni sulle attività del comitato e per scaricare e firmare la petizione alla Provincia di Alessandria:comitato@appennino4p.it.

Print Friendly, PDF & Email