Grigi settimi in classifica; salvezza quasi certa

0
294

Ci sono voluti due cambi azzeccati per raddrizzare la gara interna contro la Cremonese. Motta e Artico; non a caso gli autori dei gol; hanno ridato brillantezza a una squadra che;gi sotto di due reti all’intervallo; sembrava destinata a capitolare nuovamente; dopo essersi arresa nelle scorse settimane a Varese e Foligno. L’Alessandria; ora; galleggia al settimo posto in classifica a quota 40; a braccetto con il Perugia; e la trasferta di Pagani; contro il fanalino di coda; non ha fatto che confermare i timori della vigilia su una squadra che pare non avere pi stimoli perch ormai al riparo dal rischio retrocessione. In panchina; al posto dello squalificato Buglio; c’era ancora il vice Borla; che dopo la gioia del pareggio in rimonta; ha conosciuto l’amarezza della sconfitta. Ma a preoccupare maggiormente il tifo locale la situazione di incertezza che grava sul futuro della societ. Da un lato il malessere per la lentezza pachidermica con cui procede; ammesso che proceda; la trattativa con il gruppo torinese; che ha in Lorenzo Repetto dell’Amag l’interlocutore in loco; dall’altro i brutti pensieri che gli avvistamenti in citt di alcuni personaggi; gi noti per antiche vicende poco fortunate sul piano sportivo; hanno indotto. La Curva Nord; giustamente; per bocca dei gruppi organizzati; plaude agli insperati risultati raccolti in un clima surreale ma pretende chiarezza; forse l’unico valore che in questa assurda stagione venuto a mancare. Ma la C1; almeno; sicura.

Print Friendly, PDF & Email