GRIGI: bilancio della prima parte di stagione

0
316

“7 punti in 4 gare?? Ditemi dove devo firmare!!” Questa la risposta che il tifoso grigio medio avrebbe dato alla vigilia del campionato di Prima Divisione.Di qui facile intuire come il bottino racimolato dall’Orso in questo inizio di stagione rappresenti un autentico patrimonio da gestire con oculatezza e una solida base su cui fondare le proprie certezze di squadra; senza per questo snaturare gli obiettivi fi ssati in agosto. Eppure occorre aggiungere che i punti potevano essere anche di pi senza il recente stop di Perugia; dove forse si pagato il fi o dell’assaggio di serie A. Molto positive invece le prestazioni offerte a Sorrento nel debutto cos come nel duplice esilio coatto di Ivrea; dove i Grigi sono riusciti a piegare un’ottima Pro Patria e il modesto Pergocrema. Ad impressionare in positivo sicuramente il fatto che; fi n dalla prima uscita; la squadra ha mostrato una propria fi sionomia; un’identit di squadra che persino nelle vittoriose prestazioni dello scorso anno era parsa a volte latitare. In questo momento l’idea che accompagna all’uscita il tifoso di aver assistito a uno spettacolo in cui ognuno degli attori ha un ruolo preciso e nessuno si permette di improvvisare. Buona parte del merito va a mister Foschi; che per la prima volta ha avuto la possibilit di plasmare il gruppo a partire dal ritiro di Cogne; nonch di sovrintendere alle operazioni di mercato per limare alcuni difetti noti. Se a questo si aggiungono alcuni ingredienti quali lo stato di forma straripante di Rodriguez; la sicurezza rappresentata in attacco da un Artico incurante del salto di categoria e dell’anagrafe; un Signorini jr. che giganteggia in difesa; viene da s che ricetta e sapore fi nale sono di ottima qualit. Cresce intanto l’attesa dell’esordio al Moccagatta di domenica 20 contro il Figline di Enrico Chiesa; per quello che sar l’ultimo atto del cuore della tifoseria grigia nella storica Nord; prima dei lavori di restauro e ampliamento. L’intera citt attende smaniosa per testimoniare la propria passione nei confronti di una squadra che sente sempre pi come “sua”. Perfettamente consapevoli che per quest’anno occorre salvarsi; meglio se senza affanni; tutti confi dano di poter muovere un altro passettino nella direzione corretta. F.T.

Print Friendly, PDF & Email