Dopo l’incidente mortale si torna a parlare della sicurezza in strada Molare a Ovada

0
163

E’ ancora vivo lo strazio a Ovada per l’incidente di domenica pomeriggio in strada Molare. Due ragazzi; di 21 e 27 anni soltanto; Serena Piccardo di Tagliolo Monferrato e il ragazzo che la acompagnava; Diego Boaretto; hanno perso la vita dopo la manovra di una Fiat Panda che si immessa da una strada secondaria sulla provinciale. Un tratto pericoloso come segnalato pi volte dagli abitanti. Il sindaco della citt; Andrea Oddone; ha spiegato di essersi attivato con la Provincia per cercare di rispondere alle richieste dei cittadini; ma la situazione piuttosto complessa. La competenza della segnaletica orizzontale e verticale infatti spetta al Comune; ma la strada della Provincia. Impossibile installare semafori; ha detto l’assessore Graziano Moro; perch vietato dal codice della strada e ogni soluzione alternativa sarebbe un palliativo. "Il problema – ha detto l’assessore provinciale – che a monte non doveva essere concessa l’immissione di una strada secondaria sulla provinciale. Non sta scritto da nessuna parte che una strada secondaria debba sfociare in un’arteria cos importante. Se ci sono problemi non deve essere data la concessione edilizia". Ora risolvere una situazione di questo tipo piuttosto complesso. Una delle ipotesi pi praticabili sembra essere quella di inserire dei tutor o degli autovelox che limitino la velocit anche se il rischio che accada ancora non potr certo dirsi scongiurato. (Radiogold)

Print Friendly, PDF & Email