Digitale Terrestre…Ora si fa sul serio!

0
285

Come anticipato qualche numero fa; il 18 maggio scompaiono dai televisori analogici RaiDue e Rete4.Sono in arrivo vecchi e nuovi canali tv; ma attenzione a problemi tecnici ed eventuali sprechi di denaro. I numeri del passaggio In questi giorni RaiDue e Rete4 passano al digitale in 1.795 comuni e 24 diverse province raggiungendo cos 9 milioni di abitanti; compresi quelli dell’alessandrino. … ma che succede in pratica? I televisori di “vecchia generazione” non vedranno pi un canale Rai e uno Mediaset. Queste due reti passeranno solo in digitale e; con loro; arriveranno altri canali che; per essere seguiti; necessitano di un decoder o di un televisore di nuova concezione. No agli sprechi di soldi! Il passaggio al digitale vincolante e obbligatorio in tutta Europa; non ci sono scuse che tengano. Passare al digitale non vuol dire; per; dover buttare la tv del salone o della camera da letto… attenzione a chi vi dice il contrario!!! Per vedere i canali del digitale terrestre basta un decoder; uno scatolino che costa dai 20 agli 80 euro circa. I cittadini in regola con il Canone Rai possono richiedere un contributo statale di 50 euro per l’acquisto del necessario per guardare la televisione digitale. A ciascuno il suo decoder I decoder “zapper”; quelli da 20 euro per intenderci; consentono di vedere tutti i canali del passato pi alcuni nuovi; mentre quelli provvisti di “lettore di tessera” possono sintonizzarsi anche su altri programmi a pagamento che spaziano dallo sport al cinema; dai cartoni animati ai contenuti per “soli adulti”. Se la vostra tv stata acquistata dopo l’aprile 2009 non dovrebbero esserci problemi; il vostro apparecchio dovrebbe essere gi provvisto di decoder integrato. Controllate solamente che sul televisore sia presente il bollino DGTVi. Cosa vedremo dal 18 maggio? Veniamo al dunque. Abbiamo stilato per voi l’elenco di tutti i canali che saranno visibili dal 18 maggio sul digitale terrestre. Alcuni di questi hanno attivato le trasmissioni gi da qualche mese; altri cominceranno proprio in quella data. Canali gratuiti che gi conosciamo Rai Uno; Rai Due; Rai Tre; Canale 5; Italia 1; Rete 4; La7; Mtv; Mediamarket; Telecupole; 7 Gold Telecity; Italia8; Telestar Canali gratuiti inediti Rai 4 (dedicato a film e telefilm); Rai News (gi sul satellite ha notizie aggiornate 24h su 24); Boing (Cartoni e documentari) Iris (teatro e cinema) Coming Soon (Interviste e anteprime cinematografiche) Class News (Canale solo news del gruppo Class) Bbc World (Notizie in diretta dalla famosa rete televisiva inglese) La5 (Canale femminile del gruppo mediaset) K2 (Cartoni e telefilm per i pi piccoli) Sportitalia e Sportitalia 24 (TV di solo sport con partite in esclusiva); La7d (Canale femminile firmato da La7); Mediashopping (Shopping telematico) e Telecupole Story (Antologia delle produzioni Telecupole) Canali a pagamento Joy; Mya; Steel; Premium Cinema; Premium Cinema Emotion; Premium Cinema Energy; Disney Channel; Studio Universal; Premium Calcio; Cartoon Network; Premium Extra; Premium Moto Gp; Hiro; Disney Channel; Dahlia Sport; Dahlia Calcio; Dahlia Extreme; Dahlia Adult e Glamour Tv Problemi di normale amministrazione La trasformazione dall’analogico al digitale non sar ne’ immediata ne’ indolore. Altre zone d’Italia sono state interessate da alcuni problemi da definirsi “normali” per una rivoluzione tanto importante. Sicuramente dovremo risintonizzare il decoder diverse volte per agganciare tutti i canali e; in qualche caso; orientare meglio le antenne condominiali; ma si tratta di casi sporadici. Se necessitaste di aiuto potete chiamare il Numero Verde del Ministero 800 022 000; attivo dal luned al sabato dalle 8.00 alle 20.00. Anche la Rai ha aperto un suo Call Center dedicato: 800 111 555; che risponde tutti i giorni dalle 8.00 alle 23.00. Oggi ho sintonizzato il mio decoder di casa. Ho trovato 35 canali circa. Questo solo l’inizio; a settembre la provincia di Alessandria passa totalmente al digitale terrestre. Avremo modo di parlarne. Rimanete sintonizzati su… La Piazzetta! Francesco Foder

Print Friendly, PDF & Email