Brevi di cronaca

0
660
  Ovada – Tre denunciati per interruzione di pubblico servizio.

Tre persone sono state denunciate per interruzione di pubblico servizio da parte dei Carabinieri della Stazione di Ovada, tre uomini di 25, 62 e 76 anni.

Alcuni giorni fa, era pervenuta sul numero di emergenza 112 la segnalazione che sulla SS456 del Turchino, all’altezza di Prasco, il passaggio a livello era chiuso da diverse decine di minuti. Inviata una macchina sul posto si evidenziava come il passaggio a livello era essenzialmente bloccato da tre autovetture che, pur vedendo le sbarre in fase di discesa, avevano proseguito la rimanendo bloccate tra le sbarre e obbligando il traffico ferroviario a fermarsi. Il personale intervenuto, dopo aver fatto spostare le autovetture e fatto transitare in sicurezza i treni fermi nei pressi, hanno condotto le persone negli uffici del Comando per la redazione degli atti di rito.

I Carabinieri ricordano, al fine di evitare incidenti peggiori, che nel momento in cui si accendono le luci rosse di un passaggio a livello vige l’obbligo giuridico di fermarsi e attendere che le sbarre, che nel frattempo si stanno chiudendo, si riaprano.

   
  Acqui Terme e dintorni – 15 denunce per reati vari.

I Carabinieri della Compagnia di Acqui Terme, nel weekend appena trascorso, hanno posto sul campo un dispositivo a cosiddetto “alto impatto” mediante l’impiego complessivo di oltre 20 Carabinieri e 9 autovetture (provenienti dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia nonché dalle 10 stazioni dipendenti) che hanno pattugliato tutto il territorio di competenza con particolare attenzione, nella serata di sabato, alla cittadina di Ovada.

I risultati di questo servizio coordinato hanno condotto all’identificazione di 87 persone e 41 veicoli, al complessivo deferimento in stato di libertà di 15 persone per reati vari. Controllati anche alcuni esercizi pubblici ed elevate una decina di contravvenzioni al codice della strada.

Tra i denunciati, cinque sono per reati riguardanti l’immigrazione: si tratta di cittadini extracomunitari che sono risultati irregolari sul territorio nazionale oppure privi dei documenti previsti quando non addirittura inottemperanti a una precedente espulsione. Per tutti sono state avviate le procedure per l’espulsione.

I controlli su strada hanno condotto a dieci persone denunciate e alcune segnalate alla Prefettura.

Dei dieci denunciati:

– tre cittadini algerini che sono stati fermati all’uscita di un esercizio commerciale, dove avevano appena rubato alcuni generi alimentari per pochi euro. Per loro è scattato il deferimento per furto;

– tre persone fermate con coltelli o oggetti atti a offendere senza giustificato motivo. Particolare il caso di un cittadino ecuadoregno che, in una piazza di Acqui Terme, è stato trovato, in stato di ebbrezza alcolica, con una pietra in mano come se dovesse usarla contro qualcuno. Sottoposta a sequestro come anche i due coltelli trovati ad altri due cittadini durante il controllo;

– una cittadina rumena è stata denunciata a Ovada per aver violato il divieto di ritorno in quel comune emesso dalla Questura l’anno scorso;

– per i controlli in materia di guida in stato di ebbrezza, altre tre persone deferite e in tutto cinque le patenti ritirate.

Diverse invece le persone segnalate alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti. Sequestrati diversi grammi di hashish, marijuana ed eroina.

I controlli sul territorio della Compagnia di Acqui Terme, sia su strada che nei principali luoghi di aggregazione (locali, bar, stazioni ferroviarie, ecc.) proseguiranno anche nelle prossime settimane soprattutto durante i weekend del periodo estivo.

 

 

 

   
  Spigno Monferrato – Il Maresciallo GUAZZINI lascia il Comando.

Lascia il Comando della Stazione di Spigno Monferrato, dopo oltre sette anni, il Maresciallo Ordinario Francesco Guazzini.

Il Maresciallo, originario della Toscana, era giunto nel 2012, appena uscito dall’istituto di formazione, direttamente al comando della Stazione di Spigno Monferrato. Una sfida, per un giovane maresciallo ancora privo di esperienza pratica.

Nei sette anni di comando, invece, il maresciallo ha saputo coniugare l’aspetto professionale con quello umano, gestendo al meglio le difficoltà di un territorio molto vasto come quello dei comuni di Spigno Monferrato, Merana, Pareto e Malvicino.

Per lui ora si apre una nuova esperienza professionale presso la Stazione di Carcare, dove presterà servizio quale sottordine.

Nelle prossime settimane si procederà a individuarne il sostituto al comando della Stazione di Spigno Monferrato.

 

   

 

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure:
 
  Controlli delle Forze dell’Ordine a Novi Ligure, Basaluzzo, Serravalle Scrivia, Mornese e Carrega Ligure: 7 denunciati.

Nel fine settimana, sono stati intensificati i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Novi Ligure, che, nell’ambito di un servizio coordinato di controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione e repressione di reati contro il patrimonio, alla guida in stato di ebrezza, alle violazioni in materia di immigrazione e stupefacenti, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria sette soggetti, di cui quattro per guida in stato di ebbrezza, uno per procurato allarme, due per violazione delle norme sull’immigrazione. Inoltre sono stati segnalati alla Prefettura di Alessandria due soggetti per uso personale di stupefacente, mentre un soggetto è stato sanzionato amministrativamente per ubriachezza molesta. Infine è stato multato il titolare di un esercizio pubblico, contravvenzionato per non aver chiuso il locale all’ora prevista.

La Compagnia di Novi, avvalendosi di quattro Stazioni del territorio, per un totale di otto Carabinieri impiegati, ha esteso a tappeto i controlli anche fuori dal Comune di Novi Ligure. Sono state 28 le persone controllate e 22 i veicoli.

I 4 soggetti, dell’età compresa tra i 20 e 42 anni, di cui tre italiani, e un cittadino marocchino, sottoposti ad accertamento con etilometro, sono stati riscontrati con una percentuale di tasso alcoolemico nel sangue superiore a 0,80 g/l e per tale motivo dovranno rispondere penalmente per la prevista violazione del Codice della Strada. In particolare in Basaluzzo un uomo di 42 anni, dopo essere stato fermato in tarda notte poiché circolava a bordo di una Fiat Panda a forte velocità, è risultato avere un tasso alcoolemico superiore a 2.30 g/l. Lo stesso è stato anche contravvenzionato per guida pericolosa.

Nel Comune di Mornese è stato fermato un cittadino albanese, C.A., di 33 anni, risultato irregolare sul territorio nazionale, così come nel Comune di Serravalle Scrivia è stato fermato un cittadino di nazionalità marocchina, N.M., di 31 anni, anch’egli irregolare sul territorio nazionale, le cui posizioni sono state posta al vaglio della Questura di Alessandria.

In Novi Ligure, i Carabinieri della Stazione di Cassano Spinola hanno deferito in stato di libertà una donna rumena, C.L.B., di 31 anni, per il reato di procurato allarme, poiché ha richiesto l’invio di una pattuglia presso la sua abitazione per un accoltellamento. I Carabinieri giunti presso quell’abitazione hanno appurato la falsità della richiesta della donna trovata in stato di ebrezza alcolica. C.L.B. è stata deferita all’A.G. di Alessandria.

I militare della Stazione di Cabella Ligure hanno segnalato alla Prefettura di Alessandria una coppia di Carrega Ligure per uso personale di sostanze stupefacenti a seguito di perquisizione domiciliare presso la loro abitazione, dove è stata rinvenuta dalla marijuana. Tale attività è scaturita dal ritrovamento all’interno di un’area boschiva sita in Carrega Ligure da parte dei Carabinieri della Stazione di Cabella Ligure di 6 piante di cannabis dell’altezza media di 70 centimetri.

Infine i Carabinieri della Compagnia di Novi Ligure, a seguito di più chiamate per disturbo della quiete proveniente da una locale pizzeria, hanno sanzionato amministrativamente il titolare della stessa in quanto il locale, come da comunicazione SCIA, avrebbe dovuto chiudere alle ore 2.00, invece alle ore 4.15 era ancora aperto. Nella circostanza un pluripregiudicato di Fresonara, F.E., di anni 40 è stato sanzionato ubriachezza molesta.

   
  Cassano Spinola – Evade dagli arresti domiciliari: arrestato.

I Carabinieri della Stazione di Cassano Spinola hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un cittadino cinese, Z.J., di anni 22 sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso un’abitazione del Comune di Serravalle Scrivia.

Il giovane, nella mattinata di domenica, è stato sorpreso mentre a piedi si trovava in una via del centro di Cassano, in violazione dell’autorizzazione ad allontanarsi dalla propria abitazione. Infatti il ragazzo avrebbe potuto uscire di casa alle 11.30 per recarsi, unitamente al suo datore di lavoro, a Tortona, passando per la via più breve. Invece i Carabinieri, che casualmente hanno proceduto al controllo dello stesso all’interno di un tabaccaio, hanno constatato che lo stesso non solo aveva “anticipato” l’orario d’uscita ma si era preso anche la licenza di non rispettare l’ordine del giudice di procedere per la via più breve, facendo pure una sosta.

Z.J. era stato arrestato nel maggio del 2018 per spaccio di sostanze stupefacenti e sottoposto successivamente agli arresti domiciliari. Adesso dovrà rispondere al giudice anche del reato di evasione.

   

 

Print Friendly, PDF & Email