Aziende Lazzaro; la parola ai titolari

0
239

Sulla vicenda delle Aziende Agricole Lazzaro di Castelnuovo Scrivia che ormai da parecchio tempo tengono banco nelle pagine di cronaca; alla luce di alcuni recenti articoli; diventa necessario un intervento dei titolari.

“Abbiamo letto – dichiarano Bruno e Mauro Lazzaro – che siamo intenti a portare avanti una azione ‘furbesca’: affermiamo con fermezza che nessuna azione furbesca è stata da noi avviata e mai ne avvieremo in futuro”.
“Riteniamo doveroso precisare – proseguono i titolari della aziende Lazzaro – che agli imprenditori; e solo a loro; spettano le scelte imprenditoriali legate alle proprie aziende e su queste scelte nessuno può intervenire. Noi abbiamo fatto due scelte: quella di assumere degli operai a tempo determinato e quella di sottoscrivere l’accordo sindacale. Noi rispetteremo sia i contratti di lavoro e l’accordo ma altre scelte imprenditoriali; come lo sono le scelte legate al mondo del lavoro; spettano esclusivamente a noi in qualità di imprenditori e nessun altro può intervenire per influenzarle”.
“Come Confederazione – interviene Carlo Ricagni; presidente provinciale della Cia di Alessandria – ribadiamo che le scelte imprenditoriali; fatte nel pieno rispetto dell’accordo sindacale firmato; non possono sempre essere strumentalizzate; così come riportare sempre in primo piano il fatto che le aziende Lazzaro facevano lavorare in nero: saranno altre sedi competenti che decideranno se i Lazzaro sono più o meno colpevoli di questo”.

Nonostante le dichiarazioni dei titolari; le proteste da parte dei lavoratori continuano. Saranno gli organi preposti a giudicare la posizione dell’azienda in merito alla questione.

Print Friendly, PDF & Email