Allenamento: come e quando

0
344

Dal punto di vista biologico utile iniziare l’allenamento con un condizionamento generale; che pu essere fatto anche con un’attivit collaterale rispetto a quella specifica dell’atleta. Scopo del condizionamento generale di lavorare soprattutto sull’apparato cardiocircolatorio; respiratorio e sul trasporto dell’ossigeno; impegnando la maggior parte possibile delle masse muscolari.Da questo punto di vista; le attivit che comportano l’impiego delle masse muscolari degli arti inferiori sono le pi idonee. In fase successiva; si passa all’allenamento specifico impegnando i gruppi muscolari che saranno utilizzati nel gesto sportivo; curando contemporaneamente la tecnica specifica. A mano mano che ci si avvicina al periodo competitivo la qualit di lavoro generico verr ridotta a favore dell’esercizio specifico. Nel periodo di prova; una volta raggiunte le condizioni di forma ottimale; l’allenamento sar rivolto al mantenimento della stessa ed al perfezionamento tecnico tattico. E’ ovvio che il volume di lavoro necessario per il mantenimento del grado di performance nettamente inferiore a quello a quello necessario per il conseguimento della stessa. E’ indispensabile che le varie fasi dell’allenamento e l’incremento dei carichi di lavoro vengano seguiti e variati in funzione sia di prove specifiche in campo; sia di prove di laboratorio. Al termine dei periodi di gara ci sar un periodo di riposo attivo; che consiste nella pratica di attivit motorie piacevoli a scelta del soggetto.

Print Friendly, PDF & Email