Ricorrenza di S. Barbara, patrona dei Vigili del Fuoco

0
700

Si comunica che MARTEDI 4 dicembre, sarà celebrata la Festa di S. Barbara Patrona dei Vigili del Fuoco. La giornata commemorativa prevede alle ore 10:15 gli Onori ai Caduti dei Vigili del Fuoco presso la sede centrale del Comando in via San Giovanni Bosco, seguita alle ore 10,30 dalla Celebrazione della S. Messa officiata da Mons. Guido Gallese Vescovo di Alessandria.
Alle ore 11,15 verrà data lettura dei messaggi augurali e della relazione sull’attività annuale del Comando. La cerimonia si svolgerà alla presenza delle massime Autorità della Provincia secondo il seguente programma:
ore 10,00 Ricevimento Autorità e ospiti da parte del Comandante;
ore 10,15 Onori ai caduti;
ore 10,30 S. Messa officiata da Mons. Guido Gallese Vescovo di Alessandria;
ore 11,15 Lettura dei messaggi augurali;
Relazione del Comandante sull’attività svolta nel corrente anno; a seguire Saluto dell’ing. Ciro Bolognese che lascerà il Comando nelle prossime settimane per la frequenza del corso di formazione alla qualifica di Primo Dirigente Saluto alle Autorità e agli invitati presso la Sala Mensa con il contributo dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco sezione di Alessandria e dell’Associazione Vigili del Fuoco Alessandria
Nella relazione finale il Comandante Ing. Claudio GIACALONE illustrerà le principali attività svolte dal Comando nel 2018.
Nell’allegato schema si riportano in sintesi i dati più significativi relativi all’attività svolta dal Comando dall’1.12.2017 al 30.11.2018.
Tra le principali attività svolte dal Comando nell’anno trascorso, si ricordano soprattutto:
 L’ATTIVITÀ DI SOCCORSO “ORDINARIA”
Sono stati condotti 6910 interventi di soccorso, come meglio dettagliati nella scheda allegata.
 L’ATTIVITÀ DI SOCCORSO IN OCCASIONE DELLE CALAMITÀ NAZIONALI
Il personale del Comando ha supportato le operazioni di soccorso in occasione degli eventi atmosferici avversi a Genova e Belluno. Ha inoltre partecipato alle operazioni di soccorso presso il ponte Morandi di Genova sin dalle prime ore, impiegando i propri operatori qualificati USAR (Urban Search and Rescue) e coordinando le attività con
un proprio funzionario.

 LA PREVENZIONE INCENDI
L’intensa attività svolta dai funzionari tecnici e dal personale operativo ha consentito l’evasione di tutte le istanze pervenute.

I risultati dell’attività di prevenzione incendi sono facilmente riscontrabili, laddove si rifletta sulla sensibile riduzione degli incendi aventi ad oggetto attività soggette ai controlli da parte del Corpo Nazionale.
 L’INTENSIFICAZIONE DEI CONTROLLI DI POLIZIA GIUDIZIARIA
Parallelamente all’attività di prevenzione incendi, sono stati intensificati i controlli di polizia giudiziaria, che hanno visto un incremento delle sanzioni elevate rispetto all’anno precedente, consolidando un trend di crescita che in 6 anni è passato da 4 a 45 sanzioni annue. Ciò ha consentito di porre rimedio a situazioni di potenziale pericolo, elevando pertanto la sicurezza della popolazione.

 L’ATTIVITÀ ADDESTRATIVA E LA DIFFUSIONE DELLA CULTURA DELLA SICUREZZA
Un ruolo fondamentale ha avuto l’addestramento continuo del personale operativo. Oltre ai corsi di formazione, è stato dato ampio spazio alle esercitazioni, soprattutto nel settore del soccorso con tecniche di derivazione speleoalpino-fluviale e della topografia applicata al soccorso.
Notevole impulso è stato inoltre dato alla diffusione della cultura della sicurezza e al coinvolgimento dei più piccoli, con le manifestazioni “Pompieropoli”, svoltesi in collaborazione con la sezione di Alessandria dell’Associazione dei Vigili del fuoco in congedo.

 LO SVILUPPO DELLA COMPONENTE VOLONTARIA
La componente volontaria è stata potenziata mediante la formazione di base di 9 nuove unità, operanti presso il distaccamento volontario di Valenza.

Print Friendly, PDF & Email