Gran Prix Bordino

0
1058

Appuntamento anche quest’anno, in attesa dello svolgimento nel mese di giugno del ‘Gran Prix Bordino, con il concorso “Il Bordino e la scuola, di ogni ordine e grado, per diffondere la cultura del motorismo storico”, giunto alla sua quarta edizione.

Il concorso nasce dall’impegno degli organizzatori della ormai nota kermesse motoristica per promuovere ed approfondire, fra le nuove generazioni, tematiche afferenti al mondo dei motori ed aiutarli a comprendere la storia dell’evoluzione dell’automobile e delle trasformazioni che il suo utilizzo ha indotto nella società di oggi.

Il concorso si rivolge agli studenti delle scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado di Alessandria e Provincia e  sarà articolato in ambiti tematici diversi a seconda dell’ordine della scuola partecipante; gli studenti potranno cimentarsi in lavori di gruppo o singoli, attenendosi ai seguenti temi:

scuola primaria:

rappresentazione di gare automobilistiche o manifesti di auto costruite entro il 1960

scuole secondarie di primo grado:

10 regole d’oro: Rispetta il Codice della Strada; Indossa il casco; Verifica gli pneumatici;Proteggi i bambini a bordo; Allaccia le cinture di sicurezza; Guida solo se sei lucido; Non usare il cellulare mentre guidi; Rispetta i limiti di velocità; Se sei stanco fermati e fai una sosta; Sii cortese e rispettoso.

Quale altra regola aggiungeresti, secondo la tua esperienza da pedone e da ciclista?

scuole secondarie di secondo grado:

ricerca storica sulla evoluzione del costume in ambito sportivo. Tesi sulla valutazione degli aspetti inquinanti dovuti alla circolazione stradale. Analisi del progresso dei materiali impiegati per la costruzione dei veicoli dal punto di vista sia tecnico che estetico. Ricerca storica sul rapporto tra Alessandria e il Circuito Bordino volta a scoprire personaggi e/o fatti di cronaca dell’epoca.

 

Per aiutare i ragazzi nella predisposizione degli elaborati sarà possibile, per la classi che partecipano al concorso, organizzare incontri con i membri del consiglio direttivo del Veteran Car Club Bordino per approfondire le tematiche dei progetti da svolgere.

 

Tutti gli elaborati prodotti dovranno pervenire al Veteran Car Club Bordino entro giovedì 23 maggio  con le seguenti modalità:

– per posta all’indirizzo:VETERAN CAR CLUB P.BORDINO, via Vinzaglio 20 15121 – Alessandria

– via e-mail all’indirizzo info@pbordino.com

– consegnati a mano presso la segreteria del Club tutti i giovedì, dalle 17 alle 19 e dalle 21 alle 23.

I vincitori saranno proclamati domenica 9 giugno, alle ore 12.30 circa, al termine del Circuito del Gran Prix Bordino sulla base della graduatoria stabilita dalla commissione esaminatrice composta da rappresentanti della scuola, dell’Amministrazione comunale e provinciale, degli sponsor e da un componente del direttivo del Club Bordino.

I premi in denaro, pari a 3.000€ offerti da Fondazioni e Sponsor, verranno consegnati martedì 11 giugno, alle ore 17, presso la sede del Club o altra sede idonea che verrà comunicata ai vincitori.

 

Siamo particolarmente lieti di sostenere la quarta edizione del concorso per le scuole realizzato dal Veteran Car Club Bordino come approfondimento tematico della competizione motoristica – ha commentato l’assessore ai Servizi Educativi e scolastici del Comune di Alessandria, Silvia Straneo -. Si tratta di un approccio interessante per indurre le nuove generazioni a riflettere a 360 gradi su un mondo, quello dei motori, che spesso troppo semplicisticamente viene circoscritto agli ambiti della competizione e della velocità,  e che, invece, andrebbe esplorato ed approfondito in modo più ampio come questo concorso ci induce a fare, riflettendo sull’impatto che l’introduzione della automobile ha avuto sulla nostra società, trasformandola completamente.  Questo concorso è dunque particolarmente utile ed efficace per esplorare tematiche che, talora rimangono fuori dai programmi curricolari, ma che sono estremamente utili per comprendere e conoscere un pezzo di storia del nostro tempo. In particolare è anche importante richiamare il tema della sicurezza stradale su cui sono chiamati a riflettere gli alunni delle scuole medie: sono certa che i risultati, anche da questo punto di vista saranno interessanti per la ricaduta sociale che possono avere, impegnando gli alunni su temi che li coinvolgono nella loro quotidianità e che, certamente, saranno utili per aiutarli a diventare adulti responsabili”.

 

Questo concorso accende i riflettori su una manifestazione che da anni valorizza la nostra città e il suo territorio, richiamando il ruolo di primo piano che Alessandria ha svolto in passato nell’ambito delle competizioni automobilistiche quando ospitava alcune delle più prestigiose corse su strada  – ha continuato l’assessore alle Manifestazioni ed Eventi del Comune di Alessandria, Cherima Fteita– . Il concorso favorisce il recupero della nostra memoria storica consentendo ai ragazzi di riflettere e lavorare in modo creativo, a vari livelli di approfondimento, creando un coinvolgimento che in un crescendo di interesse culminerà nell’evento del prossimo giugno. Motori, passione, costume e coinvolgimento della comunità sono gli ingredienti del successo del Gran Prix Bordino, una manifestazione che esce dai confini tradizionali del territorio alessandrino per dare lustro alla nostra comunità e far parlare delle sue eccellenze”.

 

Come ormai da qualche anno, il Veteran Car Club Pietro Bordino vuole andare oltre il semplice evento motoristico, da tutti conosciuto quale Grand Prix Bordino, mirando a diffondere la cultura del motorismo storico attraverso il coinvolgimento di tutte le fasce della popolazione – afferma Antonio Traversa, presidente del Club – .L’evento vuole focalizzare l’attenzione non solo sulle automobili in quanto tali, ma anche su altri temi collaterali che coinvolgono direttamente i giovani. Consideriamo, infatti, la sensibilizzazione delle nuove generazioni sulle tematiche proposte, un aspetto assai importante che costituisce un momento cruciale per la loro crescita quali cittadini consapevoli del loro ruolo nella società civile.

Avremo modo di parlarne più ampiamente in futuro, ma ci tenevo ad anticiparvi che quest’anno potremo fregiarci di un’importante collaborazione con l’UNICEF. Si tratta di finanziare il progetto “RIGHTS OF WAY”, che ha l’importante scopo di riportare sui banchi di scuola centinaia di bambini e adolescenti di molti Paesi che hanno interrotto il percorso scolastico a causa delle guerra.

Realizzeremo all’uopo un evento ad hoc, creato appositamente per i bambini, che ci consentirà di raccogliere fondi per aiutare altri bambini meno fortunati”.

 

“Il concorso, giunto alla sua quarta edizione – conclude Vincenzo Abello, consigliere e referente per il concorso – è cresciuto grazie a un sempre e più ampio coinvolgimento di studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado. L’auspicio è che quest’anno, anche gli studenti delle scuole superiori possano partecipare numerosi e sviluppare i temi proposti a loro dedicati. Si tratta di un motivo di orgoglio, che ci riempie di entusiasmo, perché, anche attraverso gli incontri che si svolgeranno nelle classi per favorire la produzione degli elaborati, potremo mettere la nostra passione e la nostra competenza al servizio della comunità. Grazie agli sponsor, che continuano a sostenerci;anche per la 4^ edizione ci sarà un montepremi in denaro pari a 3.000 euro che verrà distribuito ai migliori elaborati nelle tre categorie”.

 

 

CENNI STORICI

 

Gli anni immediatamente successivi al primo conflitto mondiale, segnano una crescente passione per lo sport in generale e, in particolare, si afferma la passione di una nuova disciplina sportiva: le competizioni automobilistiche. Sul mercato appaiono i primi modelli da competizione, si organizzano le prime corse a diversi livelli. In Alessandria la nascita dell’ ACI porta forze nuove.

Si tratta di giovani ricchi di coraggio e passione che contribuirono, in maniera importante alla nascita e all’affermazione del “Circuito Città di Alessandria”.

Alessandria deve moltissimo a questi personaggi che portarono la nostra città ad ospitare delle gare tra le più importanti dell’epoca.

La primavera del 1924, in concomitanza con la Fiera di S. Giorgio, vede la nascita della 1^ edizione del Circuito Città di Alessandria sul percorso di 32 km, da percorrere 8 volte, da Alessandria – Valenza – San Salvatore – Castelletto M. – Alessandria. Nel 1928, dopo la morte dell’ “Asso del Volante “ Pietro Bordino, l’evento fu intitolato “CIRCUITO BORDINO”.

Nel 1929 le competizioni automobilistiche in Europa erano 59 di cui 14 da disputarsi in Italia:

Circuito Bordino, Mille Miglia, Giro di Sicilia, Targa Florio, Coppa di Messina, Gran Premio di Monza, Gran Premio reale di Roma ,Circuito del Mugello, Coppa Abruzzo, Coppa delle Alpi, Coppa Acerbo, Gran Premio d’Europa, Circuito di Cremona, Circuito del Montenero.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email