Venerdì 9 agosto, 221° giorno
dell’anno, 32^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 144 giorni

0
428
La famosa Torre di Pisa, pendente da sempre, fu costruita tra il 1173 e il 1372

FRASE DEL GIORNO – Colui che chiede è sciocco per cinque minuti, ma colui che non chiede rimane sciocco per sempre. (Proverbio cinese)

SANTI DEL GIORNO – San Romano (Martire), Santa Teresa Benedetta della Croce (Martire), Santi Fermo e Rustico (Martiri).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1173 iniziarono i lavori della Torre di Pisa. Il campanile  della Cattedrale di Santa Maria Assunta, poi diventato famoso in tutto il mondo per la sua pendenza come ‘Torre di Pisa’, nel 1987 fu dichiarato patrimonio dell’umanità Unesco. E’ ancora incerta la paternità del progetto, ma studi recenti accreditano l’architetto Diotisalvi, autore della fascia inferiore del vicino Battistero di San Giovanni. Il fenomeno del cedimento del terreno portò a una prima interruzione dei lavori a metà del terzo piano, poi l’opera fu ripresa nel 1275 sotto la supervisione di Giovanni di Simone e Giovanni Pisano, con l’aggiunta di altri 3 piani realizzati con una linea curva per controbilanciare la pendenza. La torre fu ultimata verso il 1372 con la realizzazione della cella campanaria. Studi effettuati nel XIX secolo accertarono la presenza nel sottosuolo di una notevole quantità di acqua che rendeva l’argilla molle e causava il lento cedimento del terreno. Negli anni la pendenza è aumentata ma in alcuni momenti si è anche ridotta, attestandosi su una media di 1 mm l’anno. L’ultima grande opera di consolidamento. avvenuta tra il ’90 e il 2011 portò l’inclinazione sotto i 4 metri: tali lavori garantiranno la tenuta di questo livello per i prossimi tre secoli.
Nel 1930 ci fu l’esordio del cartone ‘Betty Boop’. Con il cortometraggio ‘Dizzy Dishes’ debuttò nel mondo dei cartoon l’esplosiva Betty Boop che con la sua veste sexy e spiritosa sconvolse l’America puritana degli anni ’30. Vestitino succinto, giarrettiera e taglio di capelli all’ultimo grido ne fecero una perfetta ‘flapper’, ossia una ragazza che nel periodo jazz frequentava locali malfamati per guadagnarsi da vivere. Disegnato dai fratelli Max e Dave Fleischer, il personaggio si ispirò a Helen Kane, famosa cantante degli anni 20.

NATI DEL GIORNO – Enzo Biagi (1920-2007), Italia, giornalista. Nato a Lizzano in Belvedere (BO), fu tra i padri del giornalismo italiano, popolare anche come conduttore TV.
A 17 anni cominciò a scrivere di cronaca e colore per il quotidiano cattolico L’Avvenire, nel ’52 assunse la direzione del settimanale Epoca, che con lui diventò la prima rivista italiana.  Nel ’61 entrò in RAI come direttore del TG1 e spalancò le porte della TV pubblica a grandi firme come Giorgio Bocca e Indro Montanelli. Negli anni successivi divenne firma storica del ‘Corriere della Sera’, cui ritornò dopo una breve parentesi a ‘Repubblica’. Dal ’95 condusse  “Il Fatto”, programma di approfondimento considerato il miglior programma giornalistico realizzato nei primi 50 anni della Rai, ma le diatribe che lo videro criticare aspramente Silvio Berlusconi portarono al suo allontanamento dalla RAI.
Romano Prodi (1939), Italia, politico. Nato a Scandiano (RE), fu Presidente del Consiglio dei ministri dal ’96 al ’98 e dal ’06 al ’08. Ex docente di economia e politica industriale, assunse numerosi incarichi di prestigio: ministro dell’Industria, presidente dell’IRI (’82-’89 e ’93-’94), presidente della Commissione Europea dal 1999 al 2004. Tra i principali ruoli politici fu leader dell’Ulivo e presidente del PD. A livello internazionale dal 2008 presiede il Gruppo di lavoro ONU-Unione Africana sulle missioni di pace in Africa.
Toni Servillo (1959), Italia, attore. Nato ad Afragola (NA) come Marco Antonio Servillo, figura tra le star del cinema italiano più apprezzate all’estero. Fratello del cantante Peppe Servillo (frontman degli ‘Avion Travel’), fin da giovane si appassionò al teatro, nel segno della tradizione “eduardiana”. Decisivo l’incontro col regista Mario Martone, insieme al quale fondò Teatri Uniti, di cui è tuttora direttore artistico. La consacrazione al cinema si concretizzò con Paolo Sorrentino e i film d’autore, da “Le conseguenze dell’amore” (2005) a “La grande bellezza” (2013) che vinse l’Oscar” di “miglior film straniero”. Nella sua carriera di attore Toni Servillo ha vinto 2 European Film Award, 4 David di Donatello, 4 Nastri d’argento, 2 Globi d’oro, 3 Ciak d’Oro e il Marc’Aurelio d’Argento.
Whitney Houston (1963-2012), Usa, cantante e attrice. Nata a Newark (New Jersey), Whitney Elizabeth Houston viene ricordata come una delle voci più belle della storia della musica. Dominò la scena musicale degli anni ’80 con singoli indimenticabili, nei ’90 si affermò come interprete di colonne sonore. Dopo il ritiro dalle scene cadde in uno stato di depressione che la portò alla morte, avvenuta per annegamento accidentale nella vasca da bagno. Con oltre 200 milioni di copie vendute è seconda solo a Madonna nel primato di artista femminile dal maggior successo di sempre.
Filippo Inzaghi (1973), Italia, ex-calciatore e allenatore. Nato a Piacenza, attaccante, giocò con Piacenza, Leffe, Verona, Parma, Atalanta, Juventus e Milan con 623 presenze e 291 gol, mentre in Nazionale conta 57 gettoni e 25 reti. Da allenatore ha guidato Milan, Venezia (promozione in B), Bologna e Benevento. Da giocatore vinse 3 scudetti (1 Juve, 2 Milan), 3 Supercoppe Italiane (1 Juve, 2 Milan), 1 Coppa Italia (MIlan), 1 campionato di B (Piacenza), 2 Champions League (Milan), 2 Supercoppe Europee (Milan), 1 Coppa del Mondo per Club (Milan), 1 Intertoto (Juve); con la maglia azzurra conquistò il Mondiale 2006 e l’Europeo Under 21 1994.

Print Friendly, PDF & Email