Sabato 18 maggio, 138° giorno
dell’anno, 20^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 227 giorni

0
486
Una delle prime pubblicità originali del cerotto, risalente agli anni '20 del XX secolo

FRASE DEL GIORNO – Amate ciò che amano i giovani, affinché essi amino ciò che amate voi. (San Giovanni Bosco)

SANTI DEL GIORNO – San Giovanni I (Papa e Martire), San Felice da Cantalice (Cappuccino), San Dioscoro di Alessandria (Martire), San Potamone (Vescovo di Eracleopoli), Sant’Erik IX (Re di Svezia).

EVENTO DEL GIORNO – Nel 1921 viene messo in commercio il cerotto. L’ordinaria quotidianità domestica a volte può dare l’intuizione geniale, in grado di cambiare le abitudini di miliardi di esseri umani e di dare la sterzata giusta alla propria vita professionale. È così che è andata per uno sconosciuto impiegato della Johnson & Johnson nell’America degli anni ’20. A lui si deve quel familiare rettangolino adesivo che arriva in soccorso di piccole e grandi ferite. Tale impiegato, Earle Dickson, si presentò ai suoi capi con un’idea geniale. L’intuizione gli era venuta osservando sua moglie Josephine all’opera in cucina: per medicarle i piccoli tagli e le scottature gli era balenata una soluzione che permettesse di tenere la ferita in condizioni sterili, consentendo alla donna di continuare le sue faccende domestiche. Prese una striscia adesiva e vi posizionò al centro un tampone di garza, ricoperta con crinolina per mantenerla sterile e sicura. Aveva inventato a tutti gli effetti il cerotto moderno. L’idea conquistò il presidente James Wood Johnson che la trasformò in pochi mesi in un prodotto su larga scala, lanciato ufficialmente nei negozi il 18 maggio del 1921. La nuova medicazione incontrò rapidamente il favore della gente, diventando un oggetto irrinunciabile in qualsiasi armadietto domestico o cassetta di pronto soccorso sui luoghi di lavoro. Per la J&J fu un successo commerciale destinato a lunga vita, per Dickson l’occasione di una promozione professionale, che lo portò alla poltrona di vicepresidente. Diffuso negli USA come “Band-Aid”, assunse in Italia il nome di “cerotto”, come diminutivo della “tela cerata”, utilizzata anticamente per le medicazioni.

NATI FAMOSI – Fred Perry (1909-1995), Inghilterra, tennista. Nato a Stockport, vinse 3 volte il torneo di Wimbledon (’34, ’35, ’36). Frederick John Perry (questo il nome completo) vinse anche altri 5 tornei del Grande Slam. Giocò pure a tennistavolo, diventando campione mondiale nel 1929. Il suo nome è molto famoso perché fondò una casa di abbigliamento sportivo, tra le prime a produrre le “polo”, quelle con la coroncina di alloro.

Giovanni Paolo II (1920-2005), Polonia, papa. Al secolo Karol Wojtila, primo pontefice polacco della storia e primo non italiano dopo 455 anni, si insediò sul soglio di Pietro il 22 ottobre ’78 e morì il 2 aprile ’05, dopo 26 anni, 5 mesi e 17 giorni, terzo pontificato più lungo della storia. Ricordato come il pontefice dei numerosi viaggi apostolici, della lotta a comunismo e consumismo e del profondo rapporto con i giovani (istituì la ‘Giornate Mondiali delle Gioventù’), fu proclamato santo della Chiesa cattolica il 27 aprile 2014.

Giovanni Falcone (1939-1992), Italia, magistrato. Dedicò la vita alla lotta contro la mafia, per molti il più alto esempio italiano di ‘uomo delle istituzioni’. Tra i primi a parlare di Cosa nostra come “organizzazione parallela allo Stato”, con i suoi metodi di lavoro innovò l’attività investigativa. Nato a Palermo, laureato in Giurisprudenza, nel ’64 vinse il concorso in magistratura e ricoprì per 12 anni il ruolo di sostituto procuratore presso il Tribunale di Trapani, poi fu chiamato dal giudice Rocco Chinnici a investigare sulla criminalità siciliana. Nominato “superprocuratore antimafia” il 22 maggio ’92, il giorno dopo perse la vita, con la moglie e tre agenti della scorta, nella tragica strage di Capaci, di cui furono accusati, come mandanti, i boss mafiosi Riina e Provenzano. “Medaglia d’oro al valor civile”, nel 2006 venne inserito dal settimanale ‘Time’ tra gli eroi degli ultimi 60 anni.

Giampiero Galeazzi (1946), Italia, giornalista. Romano, ex canottiere, fu un telecronista sportivo noto al grande pubblico con l’appellativo di ‘Bisteccone’, a causa della sua notevole corporatura a partire dai 192 cm di altezza. Sono celebri le sue telecronache delle grandi vittorie del canottaggio italiano; in carriera condusse e fu opinionista di seguitissime trasmissioni sportive come ’90° minuto’ e ‘La Domenica Sportiva’. 

Print Friendly, PDF & Email