Questione di stile

0
645

Coco Chanel disse: “Spesso togliere è meglio che aggiungere”

Evitate di “addobbarvi” più del vostro albero

Il galateo e il bon ton non sono una serie di regole per snob o personaggi ammuffiti dell’800; significa, innanzitutto, rispetto per l’altro. Le buone maniere sono la base fondamentale del vivere civile.
In occasione delle feste natalizie aumentano gli errori in cui si può incorrere perché crescono le occasioni di incontro, feste e banchetti.
Innanzitutto, bisogna ricordarsi che l’eleganza non è mai esagerazione e ostentazione e, come diceva Coco Chanel, “Spesso togliere è meglio che aggiungere”. Perciò, se dovete ricevere amici e parenti in occasione delle feste, evitate di farvi trovare “addobbati” come o più del vostro albero di Natale; se volete mostrare i vostri gioielli, sceglietene uno, al massimo due e, soprattutto, non indossateli sopra abiti con paillettes e lustrini, l’effetto potrebbe essere deleterio.
Facendo i regali, pensate alla persona che li riceverà, fate un pensiero piccolo ma sentito, non troppo intimo e non troppo costoso per non mettere in imbarazzo chi lo riceve, soprattutto se sapete che non è economicamente al vostro livello. Incartate sempre il regalo con sobrietà e non dimenticate il biglietto di accompagnamento. Se ricevete dei regali per una festa che avete organizzato, non scartateli davanti a tutti perché potreste mettere in imbarazzo chi vi ha portato soltanto un pensiero simbolico. Quando si riceve un dono si ringrazia con un biglietto o una telefonata, mai per sms o sui social.
A proposito di sms, è davvero di cattivo gusto inviare gli auguri come in una catena di montaggio uguali per tutti avendo pure l’ipocrisia di usare frasi fatte e sdolcinate; meglio telefonare o inviare dei biglietti di auguri, scritti di proprio pugno; è un’abitudine che si è persa, che resiste ancora nel mondo anglosassone e che potrebbe farci riscoprire il piacere della scrittura.
Il rosso e l’oro sono colori molto usati a Natale, non abusiamone nel vestiario, nelle decorazioni perché sono tinte molto forti che vanno usate con parsimonia per evitare l’effetto “pacchiano”. Un altro errore assolutamente da evitare è il riciclo dei regali, prima o poi tornano e le brutte figure sono epocali: una volta mi è stata regalata una bottiglia di amaretto e in fondo alla confezione c’era un affettuoso biglietto di auguri indirizzato ad Anna e Giovanni, peccato, però, che io non mi chiami né Anna né Giovanni.

Fausta Dal Monte

Print Friendly, PDF & Email