Mercoledì 26 giugno, 177° giorno
dell’anno, 26^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 188 giorni

0
470
Il 69enne Antonio Ricci sul set di una sua grande creatura, 'Striscia la notizia'

FRASE DEL GIORNO Sono contrario ai rapporti prima del matrimonio perché fanno arrivare tardi alla cerimonia. (Antono Ricci)

SANTI DEL GIORNO – San Josemaria Escrivá de Balaguer (Sacerdote, Fondatore dell’Opus Dei), Santi Giovanni e Paolo (Martiri), San Vigilio (Vescovo e Martire), San Rodolfo (Vescovo), San Deodato di Nola (Vescovo), San Masenzio (Massenzio, Abate),  San Medico (Martire venerato a Otricoli), San Pelagio di Cordova (Martire), Sant’Antelmo di Chignin (Monaco e vescovo di Belley), Santi Salvio e Superio (Martiri).

EVENTO DEL GIORNO – Nel 1945 nacque l’ONU. Con l’adozione della Carta di San Francisco, 51 paesi diedero vita alla Società delle Nazioni Unite, approvandone lo statuto. All’indomani di un feroce conflitto mondiale, la comunità internazionale avvertì l’esigenza di dar vita a un organismo che, tra le altre cose, individuasse una risoluzione pacifica delle controversie tra gli Stati, promuovesse il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali dell’individuo, alimentando le relazioni amichevoli tra Stati.
Questi sono ancora oggi i compiti principali dell’ONU, la maggiore organizzazione intergovernativa di cui sono membri 193 Stati del mondo su un totale di 202.
Tra questi alcuni, come VaticanoPalestina, godono dello status di «osservatore permanente come Stato non membro». L’Italia ne fa parte dal 14 dicembre 1955.
La sede centrale dell’ONU è a New York e tra gli organi principali che la compongono vi sono: l’Assemblea Generale (di cui fanno parte i rappresentanti di tutti gli Stati aderenti), il Consiglio di Sicurezza, il Consiglio Economico e Sociale, il Consiglio di Amministrazione Fiduciaria, la Corte Internazionale di Giustizia (con sede a L’Aja).
Leader dell’Organizzazione è il Segretario Generale, designato dall’Assemblea Generale su indicazione del Consiglio di sicurezza e il cui mandato dura 5 anni. Dopo il sudcoreano Ban-Ki-Moon, eletto nel 2007 e confermato fino al 31 dicembre 2016, oggi ricopre tale carica il portoghese António Guterres.

NATI FAMOSI – Claudio Abbado (1933-2014), Italia, direttore d’orchestra. Nato a Milano da una famiglia di musicisti, fu un maestro tra i più famosi al mondo.  Formatosi negli anni ’50 a Vienna, assistendo alle prove dei maggiori direttori d’orchestra del momento, come Bruno Walter, George Szell e Herbert von Karajan, esordì nel 1960 al  Teatro La Scala di Milano e, nel ’68, alla Royal Opera House di Covent Garden, a Londra.
Antonio Ricci (1950), Italia, autore. Una delle menti più geniali della TV italiana. 
Nato ad Albenga (SV), il suo precoce talento di autore televisivo lo vide protagonista a 29 anni della prima serata di Raiuno, con il varietà “Fantastico”, di cui curò tre edizioni (’79, ’81, ’82), stringendo un felice sodalizio artistico con il comico emergente Beppe Grillo. 
Negli anni ’80 divenne l’autore di punta di Mediaset, inizialmente con “Drive In” (’83-’88), primo varietà comico-satirico della TV, poi con il tg satirico “Striscia la notizia” (in onda dal 1988). Il più recente esperimento è “Giass” (2014), condotta dal duo Luca e Paolo.
Umberto Smaila (1950), comico e musicista. Veronese doc, iniziò la carriera col gruppo
I Gatti di Vicolo Miracoli, prendendo parte a diverse trasmissioni televisive, ma quella che li rese celebri fu “Non Stop” del 1977. Come conduttore, Smaila lavorò a diverse trasmissioni di intrattenimento, tra cui il quiz cult “Colpo grosso”, uno dei pochi format televisivi italiani di successo esportato nel mondo.
Paolo Maldini (1968), Italia, ex calciatore. Nato a Milano, fu un difensore che indossò solo la maglia del Milan. In 25 anni di carriera vinse 26 trofei: 7 scudetti, 1 Coppa Italia, 5 Supercoppe italiane, 5 Champions League (con 8 finali giocate), 5 Supercoppe europee, 2 Coppe Intercontinentali e 1 Coppa del mondo per club. Si ritirò nel 2009. Tra i suoi primati, l’essere sceso in campo con la maglia rossonera per 902 volte, il maggior numero di presenze in serie A (647 con 29 reti). Per ben due volte si classificò 3° nella classifica del Pallone d’oro (1999 e 2003). In Nazionale totalizzò 126 presenze, indossando per 8 anni la fascia di capitano. Ai Mondiali di calcio, con l’Italia, arrivò 3° nel 1990 e 2° nel 1994, mentre gli Europei del 2000 vinse l’argento.
Max Biaggi (1971), Italia, ex motociclista. Romano, si ritirò a fine 2012. In carriera vinse 4 volte il Mondiale classe 250, arrivando 1° 42 volte su 215 Gran Premi disputati, con 111 podi. Dal 2007 corse in Superbike, vincendo 2 Mondiali (2010, 2012).
In questa classe disputò 155 Gran Premi, vincendo 21 volte e salendo 70 volte sul podio. Forte fu la rivalità, anche fuori dalle piste, col grande Valentino Rossi. 

Print Friendly, PDF & Email