Martedì 9 aprile, 99° giorno
dell’anno, 15^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 266 giorni

0
451
Gian Maria Volontè in una scena del film "Per un pugno di dollari" del 1964

FRASE DEL GIORNO – C’è un limite oltre il quale la sopportazione cessa di essere una virtù. (Socrate)

SANTI DEL GIORNO – San Demetrio di Tessalonica (Martire), Santa Casilda di Toledo (Vergine), San Gaucherio di Aureil (Sacerdote), San Liborio (Vescovo di Le Mans),  Sant’Acacio di Amida (Vescovo), Sant’Edesio (Martire), Santa Valdetrude (Sposa, Monaca), Santi Tancredi, Torthred e Tova (Eremiti in Inghilterra), Sant’Eupsichio di Cesarea di Cappadocia (Martire).

EVENTI DEL GIORNONel 1867 gli Usa ratificano un trattato con la Russia per l’annessione dell’Alaska. 
Nel 1975 a Los Angelese Federico Fellini vince il suo 4° Oscar con Amarcord.
Nel 2003 a Cuba Fidel Castro ordina la condanna a morte di tre dirottatori che il 2 aprile avevano tentato il sequestro di un traghetto. Sentenza eseguita l’11 aprile

NATI FAMOSI – Charles Baudelaire (1821-1867), Francia, letterato. Massima incarnazione dell’artista bohémien e in ciò modello insuperabile per la generazione dei “poeti maledetti”, è considerato il ‘padre del simbolismo letterario’ e il precursore del Decadentismo. La maggior parte degli studiosi lo ritiene semplicemente il maggior genio poetico di sempre. Nato nella Parigi post-napoleonica, la sua infanzia fu segnata dalla prematura perdita del padre e dalle nuove nozze della madre, che influirono pesantemente su carattere e rendimento scolastico. Finiti gli studi, si avvicinò alla poesia seguendo le orme degli ‘artisti bohémien’ e dandosi ad una vita dissoluta, ai margini della società.
Gian Maria Volonté (1933-1994), Italia, attore. Rivoluzionario, partigiano, idealista, anarchico. Per lui gli aggettivi si sprecano, ma i più tra gli addetti ai lavori sono concordi nel ritenerlo l’attore più completo del cinema italiano del Novecento.
Patty Pravo (1948), Italia, cantante. Artista simbolo degli anni ’60 e ’70, è diventata famosa come la ‘ragazza del Piper’, dal nome del locale che la lanciò nel 1966. Nata a Venezia come Nicoletta Strambelli, con le sue canzoni e lo stile anticonformista divenne icona della generazione sessantottina e dell’emancipazione femminile. E’ stata più volte premiata dalla critica a Sanremo, cui ha partecipato dieci volte.

Print Friendly, PDF & Email