Martedì 8 ottobre, 281° giorno
dell’anno, 41^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 84 giorni

0
450
L'attrice Sigourney Weaver, oggi 70enne, fu protagonista dei film della saga 'Alien'

FRASE DEL GIORNO – Si dice che il desiderio sia il prodotto della volontà, ma in realtà è vero il contrario: la volontà è il prodotto del desiderio. (Denis Diderot)

SANTI DEL GIORNO – Santa Pelagia, San Deusdedit (Diodato, Deodato di Montecassino – Abate venerato a Sora), San Donnino (o Donino di Città di Castello, Eremita), San Gemino (Anacoreta), Santi Gisleno, Lamberto e Bernero (Monaci), Sant’Abramo (Patriarca d’Israele), Santi Andronico e Atanasia (Sposi), San Giovanni Leonardi (Sacerdote).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1930 volò il primo elicottero. Molto prima della mitica Vespa, da lui brevettata nel 1946, l’ingegnere abruzzese Corradino D’Ascanio legò il proprio nome a un evento cruciale. Testò il modello D’AT3 all’aeroporto di Ciampino: l’elicottero raggiunse i 18 metri di altezza e restò in quota per 8’45”, coprendo più di 1 km.  Equipaggiato con motore a scoppio da 90 cavalli, il D’AT3 non venne messo in commercio.
Nel 1958 fu impiantato il primo pacemaker. Arne Larsson, colpito da arresto cardiaco a 43 anni, fu il primo uomo a vedersi impiantato un ‘pacemaker’, dispositivo elettrico in grado di regolare il battito del cuore. Lo stesso paziente ne ricevette altri 26 prima di morire a 86 anni. A eseguire lo straordinario intervento fu il chirurgo svedese Ake Senning, che si avvalse della consulenza tecnica di Rune Elmqvist, progettista dei primi defibrillatori.

NATI DEL GIORNO – César Milstein (1927-2002), Argentina, scienziato. Nato a Bahia Blanca, naturalizzato britannico, il biochimico argentino fu premio Nobel della medicina 1984. Si dedicò allo studio della struttura degli anticorpi, inventando nel 1975 una tecnica per la produzione di anticorpi monoclonali, che lo portò al Nobel. Tale scoperta incrementò notevolmente lo sfruttamento degli anticorpi nel campo di scienza e medicina.
Franco Cosimo Panini (1931-2007), Italia, editore. È il re delle figurine che lanciò insieme ai fratelli negli anni ’60, facendone un fenomeno sociale e culturale. Nato a Maranello (MO), con i fratelli Giuseppe, Umberto e Benito iniziò gestendo un’edicola, passando poi a fondare la casa editrice “Panini”, che in pochi anni arrivò a fatturati miliardari grazie alla mitiche ‘figurine dei calciatori’.
Sigourney Weaver (1949), Usa, attrice. Nata a New York, figlia d’arte, Susan Alexandra Weaver studiò teatro e a 28 anni debuttò come comparsa in “Io e Annie” di Woody Allen. Due anni dopo Ridley Scott le offrì il ruolo di protagonista in “Alien”, di cui interpretò anche 3 ‘sequel’. Fu il trionfo. Sfiorò l’Oscar, poi vinse 2 Golden Globe con “Gorilla nella nebbia” e “Una donna in carriera” e recitò in “Tempesta di ghiaccio”, “Ghostbusters” e “Avatar”.
Usa il nome Sigourney dal 1963, sulla scia di un personaggio del Grande Gatsby.
Antonio Cabrini (1957), Italia, ex-calciatore, allenatore e opinionista TV. Nato a Cremona, fu Campione del Mondo 1982 con la Nazionale italiana (73-9). Giocò 571 partite con Cremonese, Atalanta, Juventus e Bologna, segnando 57 gol. Vinse 6 scudetti, 2 Coppe Italia, 1 Coppa dei Campioni, 1 Coppa delle Coppe, 1 Coppa Uefa, 1 Supercoppa Uefa, 1 Coppa Intercontinentale, tutto con la Juve. Da allenatore guidò Arezzo, Crotone, Pisa, Novara e Nazionale femminile (61 panchine).
Matt Biondi (1965), Usa, ex-nuotatore. Nato a Palo Alto (California), fu un campione capace di vincere 8 ori, 2 argenti e 1 bronzo Olimpici, 6 ori, 2 argenti e 3 bronzi Mondiali, 13 ori, 3 argenti e 2 bronzi Panpacifici. Fu il 1° a scendere sotto i 49″ nei 100 stile libero.
Matt Damon (1970), Usa, attore. Nato a Cambridge (Massachusetts), in 30 anni di carriera ha recitato in più di 50 film, alcuni con registi famosi: Coppola (“L’uomo della pioggia”), Spielberg (“Salvate il soldato Ryan”), Eastwood (“Invictus”). Nel 2013 fu protagonista di “Elysium” e “The Monuments Men”; nel ’15 fu l’astronauta abbandonato su Marte in “The Martian” di Ridley Scott, che valse Golden Globe e nomination Oscar. Nel ’16 fu l’agente CIA Jason Bourne, nel ’17 protagonista in “Downsizing – Vivere alla grande”. E’ una grande star di Hollywood, ma l’unico Oscar (’98) lo vinse, in coppia con Ben Affleck, per la sceneggiatura di “Will Hunting – Genio ribelle” (’97).

Print Friendly, PDF & Email